Forlì-Cesena è la provincia più colpita dai lupi: fondi per comprare reti e cani

Per i danni causati dal lupo in totale sono 78 le aziende in Emilia-Romagna che hanno ottenuto fondi per per recinzioni, dissuasori e cani da pastore.

La provincia di Forlì-Cesena è la più colpita dagli attacchi dei lupi nel territorio regionale. E' quanto si evince dalla ripartizione dei fondi destinati a risarcire gli agricoltori e gli allevatori per i danni causati dal lupo. In totale sono 78 le aziende in Emilia-Romagna che hanno ottenuto fondi per per recinzioni, dissuasori e cani da pastore.

L'assessorato regionale all'Agricoltura ha approvato la graduatoria delle aziende zootecniche beneficiarie dei contributi per la prevenzione. Le domande ammesse a finanziamento, dopo le istruttorie provinciali, sono 78 per una cifra complessiva di 225 mila euro. "La risposta al bando della Regione - ha detto l'assessore all'agricoltura Tiberio Rabboni - e' stata decisamente buona. Altri interventi potranno essere finanziati attraverso il nuovo Psr che prevede risorse specifiche per prevenire i danni da fauna selvatica ora i nostri tecnici si affiancheranno agli allevatori per accompagnarli nella fase di realizzazione dei lavori".

Il contributo e' al 100% del costo ritenuto ammissibile. La ripartizione per province vede capo-fila quella di Forli'-Cesena con 25 domande, 12 rispettivamente a Bologna e Parma, 8 a Rimini, 7 a Reggio Emilia, 6 a Piacenza, 5 a Ravenna e 3 a Modena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento riguarda le aziende agricole zootecniche con allevamenti al pascolo di bestiame, in collina e montagna. I contributi serviranno all'acquisto di recinzioni di vario tipo comprese quelle elettrificate mobili e semipermanenti, dissuasori acustici faunistici (strumenti con sensori e timer che emettono luci e suoni ad alto volume) e cani da gregge di ceppo abruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento