Lavoratori sfruttati, decreto di condanna per un albergatore

La lotta nell'estate del 2011 fu dura. Ed ora arrivano i primi esiti legali. A rendere noto l'epilogo provvisorio della vicenda è l'associazione Rumori Sinistri, che intervenne nell'estate del 2011

La lotta nell'estate del 2011 fu dura. Ed ora arrivano i primi esiti legali. A rendere noto l'epilogo provvisorio della vicenda è l'associazione Rumori Sinistri, che intervenne nell'estate del 2011 sul caso di 4 lavoratrici rumene lavoratrici in un Hotel di Gatteo Mare in condizioni contrattuali e di lavoro inumane a giudizio dell'associazione che mosse il caso. L'associazione, che si rivolse alla Direzione Provinciale del Lavoro, lamentava irregolarità contrattuali, orari e carichi di lavoro insostenibili ma anche minacce.

A metà agosto, le quattro lavoratrici, decidono di rivolgersi agli operatori dello sportello informativo gestito dall'associazione Rumori Sinistri per esporre - sotto forma di narrazione - la loro storia, una delle tante storie che si consumano nel Distretto del Turismo. Ed ora arriva un decreto penale di condanna della Procura di Forlì nei confronti dell'albergatore per “violenza privata in continuazione”. L'esposizione dei fatti così come avvenuti sono stati raccolti in un esposto depositato al comando di Polizia di Cesenatico.

A nulla sono valsi i tentativi di conciliazione - da parte del sindacalista della Filcams al quale gli operatori di Rumori sinistri si sono rivolti. Le quattro lavoratrici, rimaste senza lavoro e con pochi soldi, hanno trovato alloggio presso una struttura fatiscente ricavata da vecchi alberghi abbandonati, che ospitano soprattutto quei lavoratori comunitari che non trovano la disponibilità di un alloggio all'interno della struttura alberghiera dove lavorano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attraverso il prezioso contributo dell'avvocato Raffaele Pacifico del Foro di Forlì/Cesena, che il 17 maggio 2012, in possesso di specifiche procure notarili inviategli dalle quattro lavoratrici dalla Romania, ha depositato presso il comando dei carabinieri di Cesena un fascicolo di cinquanta pagine, nel quale si esponevano i fatti avvenuti. Neanche un anno dopo la denuncia, il GIP ha disposto un decreto di condanna ai danni dell'albergatore. La Procura ha inteso riqualificare il fatto in violenza privata aggravata. Il decreto penale è ora oggetto di formale opposizione; conseguentemente l'udienza è stata fissata per il 14 febbraio 2014 (Tribunale di Forlì).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento