rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Ancora un blocco dei camion all'Artoni: nuova protesta dei Cobas

Ad organizzare un ennesimo blocco dei mezzi in entrata e uscita della sede cesenate è stato il sindacato Adl Cobas, con un presidio davanti al cancello dell'azienda

Nuova giornata di protesta ai magazzini Artoni di Pievesestina. Ad organizzare un ennesimo blocco dei mezzi in entrata e uscita della sede cesenate è stato il sindacato Adl Cobas, con un presidio davanti al cancello dell'azienda. La manifestazione è partita di buon mattino, sotto il controllo attento delle forze dell'ordine, che rispetto a quanto capitato l'ultima volta, non è intervenuta con uno sgombero.

Il sindacato chiede il reintegro immediato di tutti i lavoratori espulsi dal magazzino di Pievesistina, nonostante nel corso di un recente incontro in prefettura ci siano state aperture da parte dell'azienda sia per un ritorno parziale dei lavoratori, sia per forme di indennizzo per i licenziamenti. Intorno all'ora di pranzo, la Digos è intervenuta intimando lo scioglimento del blocco, che tuttavia è rimasto fino al pomeriggio. Contemporaneamente si è tenuta una manifestazione di solidarietà anche presso l'Artoni di Padova. Diversi camion sono rimasti incolonnati per strada.

Artoni, il blocco del 22 ottobre 2015

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora un blocco dei camion all'Artoni: nuova protesta dei Cobas

CesenaToday è in caricamento