rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Cesenatico

Cesenatico, fondi per il patrimonio culturale: istituito l'Art Bonus

Si tratta di un'agevolazione, nella forma di un credito di imposta, riconosciuta a coloro che effettuano erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, quale sostegno del mecenatismo a favore del patrimonio culturale

Fondi per il patrimonio culturale di Cesenatico attraverso l'Art Bonus. Si tratta di un'agevolazione, nella forma di un credito di imposta, riconosciuta a coloro che effettuano erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, quale sostegno del mecenatismo a favore del patrimonio culturale. Riguarda nello specifico donazioni a favore della manutenzione e restauro di beni culturali pubblici, il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (es. musei, biblioteche, archivi, monumenti e teatri), e inoltre la realizzazione di nuove strutture, o restauro e potenziamento di quelle esistenti, di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo. La misura del credito d’imposta, dal 2016 e per gli anni a venire, è pari al 65% della somma erogata.

"Per aiutare i cittadini ad approfittare di questa interessante opportunità, e per indirizzare al meglio le risorse focalizzandole su alcuni obiettivi riferiti al patrimonio esistente nel nostro Comune, la Giunta di Cesenatico, con delibera dell’8 febbraio, ha ritenuto opportuno individuare tre destinazioni, rivolte a differenti ma ugualmente importante categorie di beni culturali - esordisce il sindaco del capoluogo rivierasco, Roberto Buda -. I fondi sono destinati ad interventi di manutenzione straordinaria e restauro dei siti archeologici e monumentali delle Fornaci romane di Ca’ Turchi, del Parco della Rocca e della piazzetta delle Conserve, da realizzarsi in base alle indicazioni che saranno fornite dalle competenti Soprintendenze; interventi destinati alla digitalizzazione e fruizione tramite Internet del patrimonio fotografico e multimediale conservato dagli istituti culturali del Comune di Cesenatico; ed interventi alle attività didattiche da svolgersi a favore delle scuole locali e riferite ai beni culturali del territorio comunale (musei e siti archeologici per citare un esempio, ndr)".
 
"Va da sé che interventi di particolare rilievo rivolti a destinazioni differenti potranno essere ugualmente approvati dall’Amministrazione in virtù di speciali accordi sempre con riferimento alle finalità della legge - specifica Buda -. Le erogazioni, per ottenere il beneficio fiscale, devono essere versate tramite bonifico bancario al Tesoriere del Comune di Cesenatico, Cassa di Risparmio di Cesena spa, sul Conto Corrente di Tesoreria Comunale IBAN: IT 63D 06120 24002 T 200 200 22000". "Ogni gesto a favore del patrimonio artistico culturale della città è importante! Ringrazio i consiglieri comunali che hanno collaborato a questa proposta in particolare il consigliere Renzo Baredi che ha coordinato il lavoro", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico, fondi per il patrimonio culturale: istituito l'Art Bonus

CesenaToday è in caricamento