Arriva il libro su Villachiaviche, il parroco: "Una comunità che dimentica le proprie radici non sta in piedi"

Il parroco Daniele Bosi, insieme al Consiglio Pastorale, ha intitolato il volume “Villachiaviche: tracce di vite”

E' un momento particolarmente atteso per la parrocchia di Villachiaviche. Dopo l’uscita del primo volume nel marzo 2016 (110 pagine, ed. Stilgraf), che trattava della chiesa parrocchiale e delle opere d’arte ivi contenute, quasi naturale è stato il procedere nel voler creare un secondo volume, che trattasse più specificatamente della parrocchia e della frazione. Il parroco Daniele Bosi, insieme al Consiglio Pastorale, ha intitolato il volume “Villachiaviche: tracce di vite”. C’era tra l’altro la felice occasione del 60° anniversario di fondazione della parrocchia (1957), motivo in più per portare a termine il lavoro, che serve a ricordare la storia, le nostre radici: quelle della nostra comunità, quelle delle nostre famiglie e la storia della nostra frazione che si è trasformata dal Dopoguerra.

“Una comunità che dimentica le proprie radici non sta in piedi, un po’ come se fosse un albero: se non ha forti radici non regge alle sollecitazioni della vita - afferma il parroco -. Speriamo che il volume serva a rendere ancora più consapevole una attiva partecipazione in parrocchia. Ho già davanti agli occhi le vostre espressioni mentre sfoglierete queste pagine: “Oh, guarda chi c’è… mah: sono proprio io? Oh, lui si è trasferito…. Guarda lei come era giovane e come era vestita… c’è anche lui, che ora è tornato dal Padre!” e intanto si apre il cuore, si fanno vicini i ricordi e si bagnano gli occhi. Si tornano ad assaporare emozioni legate ad un momento particolare della vita di ciascuno: Battesimi, Matrimoni, Prime Comunioni, Campiscuola, Gite. Questa vuole essere una raccolta di materiale, di ricordi, di idee, di testimonianze sulla parrocchia ma anche sulla frazione: la parrocchia è rimasta l’unico centro pulsante, i gruppi politici si sono pian piano spenti, chiudendo quasi tutte le iniziative popolari".

"È compito della parrocchia allora compiere questa opera di “salvataggio”: della nostra cultura, delle nostre tradizioni, dei soprannomi delle persone, dei ricordi di vita contadina - chiosa -. Non esistono altre pubblicazioni sulla nostra realtà: sono certo che questo libro sarà la base per tutti gli eventuali studi futuri su Villachiaviche. Molte delle immagini sono state raccolte durante le Benedizioni Pasquali del 2017. Sapevo che tante persone, per paura di perderle o per un po’ di pigrizia o forse per non conoscenza di questa iniziativa, avrebbero fatto fatica a portare alla chiesa le loro foto. Così sono andato io a “scovarle” nelle case, acquistando per l’occasione uno piccolo scanner portatile e scansionando le foto direttamente in casa, facendo contente le famiglie per il fatto di non portare via loro nulla pur inserendo le loro immagini. I chierichetti che erano con me facevano gara, a volte bisticciando, per chi dovesse fare la scansione delle foto. Tante volte sono andato alla ricerca di documenti, negli archivi di altre parrocchie, pensando di trovare qualche scritto, qualche memoria, qualche foto realizzata dai parroci, ma il più delle volte il nulla".

"E sono così andate perdute importanti testimonianze della vita di intere generazioni, di usi e costumi mutati nei secoli. Questo testo è la testimonianza dell’amore alla nostra comunità e alla sua gente, un lavoro importante anche a livello sociologico. In 500 pagine sono state raccolte 1400 foto, partendo da fine ‘800 fino ai giorni nostri. Vi sono inoltre testimonianze varie, degli emigrati in Svizzera negli anni ’60, dei lavori della terra, della Seconda Guerra Mondiale, oltre che una sezione conclusiva con alcune ricette di cucina storiche locali - continua . Per oltre un anno, “dall’altare”, ho chiesto aiuto nel realizzare questo lavoro: nessuna testimonianza o immagine fornita dai parrocchiani è stata da me scartata; chi ha voluto aggregarsi al lavoro non è stato escluso. Ringrazio chi si è adoperato nel collaborare a questa opera e gli sponsor che hanno reso possibile una consistente diminuzione del prezzo di vendita, in modo che il libro possa essere diffuso maggiormente nelle famigli". Il volume è acquistabile in parrocchia con una offerta minima di 15 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

Torna su
CesenaToday è in caricamento