menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresto cardiaco in azienda, salvato dai due giovani medici col defibrillatore

A sottoporsi al banale prelievo venoso anche il titolare della ditta, che improvvisamente ha accusato un malore 

Una storia a lieto fine ma si sono vissuti attimi di paura in una azienda del Cesenate. Lo scorso venerdì due giovani medici del gruppo Medoc erano impegnati ad effettuare dei prelievi del sangue ai dipendenti dell'azienda nell'ambito di quella che è l'attività di medicina del lavoro del gruppo Medoc che si muove sul territorio attraverso le sue cliniche mobili. Si tratta di visite preventive calibrate in base alla mansione dei lavoratori.

A sottoporsi al banale prelievo venoso anche il titolare della ditta, di circa 70 anni,  che improvvisamente ha accusato un malore proprio durante il prelievo del sangue. Un improvviso giramento di testa, l'uomo ha perso conoscenza accusando un arresto cardiaco. "Non aveva polso, non respirava - spiega Monica Fiori, giovane dottoressa di 27 anni che è intervenuta prontamente con grande sangue freddo, insieme al collega Lorenzo Lani di 26 anni. "In attesa del 118 abbiamo praticato un massaggio cardiaco, fondamentale è stato l'intervento praticamente immediato col defibrillatore. In attesa dell'arrivo dell'auto medica il cuore ha ripreso a battere".

"Nella sfortuna - spiega la giovane dottoressa - il titolare dell'azienda è stato fortunato, aver accusato il malore davanti a noi ci ha consentito di intervenire nel giro di pochi secondi. Questo è stato decisivo per salvargli la vità". Fondamentale l'ausilio del defibrillatore automatico, proprio il gruppo Medoc ne ha distribuiti piu di 350 nelle aziende del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento