menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto e resistenza: la notte brava di un leccese 22enne finisce in manette

Sabato mattina il giudice ha convalidato l'arresto: in attesa del processo di venerdì, è stato disposto il divieto di dimora dal Comune di Cesena

La notte brava di un 22enne leccese si è conclusa con l'arresto per oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale, oltre alle denunce per furto e ricettazione. L'episodio si è consumato nella nottata tra venerdì e sabato. Dopo aver trascorso la serata in un locale di Cesena, insieme ad un amico si è incamminato in direzione della stazione ferroviaria e nel tragitto ha fermato una pattuglia della Polizia per chiedere l'indicazione stradale. Poco dopo la stessa pattuglia ha sorpreso il 22enne col compagno in sella ad una bicicletta. Il velocipide era stato appena rubato da un'abitazione.

Perquisito, il leccese è stato trovato con uno smartphone rubato dalla borsa di una ragazza nel locale dove era stato precedentemente. Accompagnato in Commissariato per la formalizzazione delle denunce per furto e ricettazione, ha cominciato ad insultare un'agente, per poi mettere le mani addosso ad un altro poliziotto (quest'ultimo è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del pronto soccorso). Inevitabili le manette per oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale. Sabato mattina il giudice ha convalidato l'arresto: in attesa del processo di venerdì, è stato disposto il divieto di dimora dal Comune di Cesena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento