"Aria...primo cibo": aumentare la riserva di ossigeno, a beneficio di tutti

Il secondo circolo di Cesena diretto dalla dott.ssa Stefania Rossi ha scelto di vivere la festa nazionale degli alberi aderendo al progetto "Un bosco per la città".

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Il secondo circolo di Cesena diretto dalla dott.ssa Stefania Rossi ha scelto di vivere la festa nazionale degli alberi aderendo al progetto "Un bosco per la città".

Il progetto è nato dall'idea di Mario Pianesi presidente dell'Associazione Internazionale "Un punto macrobiotico" che vede la collaborazione del corpo forestale dello stato, del comune di Cesena e di tutte le scuole del secondo circolo di Cesena.
L'obiettivo è quello di aumentare la riserva di ossigeno, a beneficio della salute di tutta la popolazione.
Noi viviamo perché respiriamo: ogni persona, per la propria sopravvivenza, ha bisogno di 60 alberi la cui chioma abbia un diametro di 10 metri (OMS 1994).
Scopo dell'iniziativa è quella di contribuire ad educare le giovani generazioni e tutta la popolazione all'importanza dell'aria e del bosco quale riserva di ossigeno.
Venerdì 21 novembre presso la scuola primaria G. Pascoli e la scuola dell'infanzia S.Mariani è stato presentato il progetto di continuità fra i bambini di 5 e 9 anni "Amico albero" che coinvolge anche la scuola dell'infanzia e primaria Marino Moretti (Villarco).

Tale progetto vuole dare rilievo a due grandi obiettivi:
-Il prendersi "Cura"
-La Salvaguardia del mondo come casa accoglierete, luogo e tempo di bellezza e di bene.

Tali percorsi contribuiranno a costruire un curricolo etico ecologico per tutti i bambini.
Alle ore 10,00 nel giardino della scuola dell'infanzia S.Mariani è avvenuta la piantumazione di due alberi di acero campestre.

Durante la festa gli operai del comune hanno preparato due buche e ciascun bambino ha gettato un piccolo pugno di terra sulle radici dell'albero come segno del prendersi cura, mentre le guardie forestali raccontavano la storia di questo albero nel nostro territorio.

Significativa la presenza dell'assessore alla scuola Simona Benedetti.

Il punto macrobiotico di Cesena ha organizzato e offerto una merenda a base di prodotti naturali ottenuti con materie prime contraddistinte da etichetta trasparente pianesiana a tutti i bambini, genitori e nonni presenti.

La dirigente inoltre ha reso noto che l'esperienza verrà ripetuta nei plessi di tutto il circolo (Borello, San Carlo, Villarco, Oltresavio) perché la festa dell'albero non rimanga solo un gesto occasionale, ma sia parte del nostro vivere quotidiano.

Torna su
CesenaToday è in caricamento