rotate-mobile
Lavori Pubblici / Cesenatico

Ex Nuit, Confcommercio: "Grande opera pubblica. Va creato uno spazio d'eccellenza"

E’ questa la posizione di Confcommercio di Cesenatico che sta seguendo con partecipazione gli sviluppi dell’accordo approvato dal consiglio comunale di Cesenatico che prevede la cessione al comune di Cesenatico dell’intera area Ex Nuit, parti a dodicimila metri quadri

"L’area dell’ex Nuit deve diventare uno spazio massimamente  attrattivo per Cesenatico, contraddistinto dal pregio e dall’eccellenza: si tratta di una delle grandi opere di rigenerazione di Cesenatico". E’ questa la posizione di Confcommercio di Cesenatico che sta seguendo con partecipazione gli sviluppi dell’accordo approvato dal consiglio comunale di Cesenatico che prevede la cessione al comune di Cesenatico dell’intera area Ex Nuit, parti a dodicimila metri quadri.

"Concentriamoci sul presente e sul futuro - mette in luce il presidente di Confcommercio Cesenatico Giancarlo Andrini - senza ripercorrere letture le tappe di una vicenda avventurosa e tortuosa che ha finito per bloccare per anni il decollo di questa parte importante di città sul lungomare Carducci. Confcommercio considera il futuro intervento che dovrà essere condotto per riqualificare e rigenerare lo spazio alla stregua delle opere principali per aumentare l’appeal del nostro centro turistico, al pari della Vena Mazzarini e dell’area dell’ex colonia Veronese che è stata straordinariamente riqualificata con il Grand Hotel Da Vinci. Si tratta dunque di un’opportunità da non sprecare. Com il ritorno dell’area in capo al Comune dovrà essere progettato un intervento di abbellimento e rifunzionalizzazione: unitamente ai parcheggi interrati necessari per servire l’utenza e i turisti, in superficie non sarà sufficiente una generica piazza, ma andranno trovati motivi di arredo e soluzioni estetiche per connotare lo spazio con unicità facendolo diventare una calamita e un luogo identitaria da visitare".

"A nostro avviso il progetto di tanti anni fa, quello iniziale dell’amministrazione comunale allora guidata dal sindaco Nivardo Panzavolta - prosegue il presidente Andrini -, era un progetto qualificante. Confcommercio chiede che lo sia altrettanto quello che dovrà essere redatto che punti al pregio assoluto così come è avvenuto con il Grand Hotel da Vinci di Batani e non si accontenti di una soluzione di medio livello perché l’occasione che offre la rigenenrazione dell’area Ex Nuit è unica e da non vanificare. Ci stiamo giocando una bella fetta del futuro di Cesenatico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Nuit, Confcommercio: "Grande opera pubblica. Va creato uno spazio d'eccellenza"

CesenaToday è in caricamento