Area Ex Minigolf: in pubblicazione il bando per l’affidamento in concessione della riqualificazione e gestione

Al momento della consegna dell’immobile l’amministrazione comunale provvederà a sottoscrivere con il concessionario, a seguito di apposito sopralluogo, un verbale di constatazione e di esatta consistenza delle aree e degli immobili

A seguito della pubblicazione dell’avviso pubblico relativo alla manifestazione di interesse alla riqualificazione e concessione d’uso dell’area “Ex minigolf” da lunedì sarà on line sul sito del Comune la procedura di gara per l’affidamento in concessione dell’area.
Per partecipare alla gara gli interessati dovranno presentare progetti che rispecchino le finalità a cui è destinata l’area ovvero attività ludiche, sportive, ricreative e culturali.

La concessione prevede la progettazione, l’ottenimento di autorizzazioni, nulla osta, pareri e quanto altro necessario per l’esecuzione e la successiva gestione dell’opera, la costruzione, la gestione economica, funzionale e tecnica, la manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere realizzate e la consegna all’Amministrazione Comunale, al termine della concessione, di quanto realizzato in buono stato di manutenzione. Il progetto di riqualificazione dovrà tenere conto delle alberature esistenti, dovrà inoltre prevedere la sistemazione dell’area esterna perimetrale da adibire a parcheggio e la realizzazione di una nuova recinzione e il piano di manutenzione del verde.

All’interno dell’area sarà possibile realizzare un manufatto (in sostituzione di quello esistente) da destinare ad attività di somministrazione di alimenti e bevande, (con eventuale diversa dislocazione rispetto all’attuale), di superficie non superiore a 60 metri quadrati, di cui destinata alla manipolazione e preparazione di alimenti (piccola ristorazione) non superiore a 15 metri quadrati. La durata minima della concessione è di 5 anni, mentre la durata massima è di 18 anni; sarà cura del proponente indicare la durata in funzione anche degli investimenti che intende realizzare. La base di asta dell’importo del canone di concessione offerto è di 3.000 euro annui.

L’aggiudicazione avverrà con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa determinata mediante la valutazione delle offerte pervenute, sulla base dei parametri di natura quantitativa (punteggio massimo 30 punti) e qualitativa (punteggio massimo 70 punti).
Al momento della consegna dell’immobile l’amministrazione comunale provvederà a sottoscrivere con il concessionario, a seguito di apposito sopralluogo, un verbale di constatazione e di esatta consistenza delle aree e degli immobili. Il bando ed i suoi allegati sono consultabili, da lunedì 28 maggio, su Internet all’indirizzo: https://www.comune.cesenatico.fc.it e sarà possibile presentare domanda di partecipazione per un periodo di 60 giorni dalla data di pubblicazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

Torna su
CesenaToday è in caricamento