rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Cesenatico

Approvato il bilancio di previsione 2023-2025, sofferenza per il caro-bollette ma non aumenta la pressione fiscale

Il Consiglio Comunale di Cesenatico ha approvato martedì sera il bilancio di previsione 2023-2025 con 10 voti favorevoli e 5 voti contrari

Il Consiglio Comunale di Cesenatico ha approvato martedì sera il bilancio di previsione 2023-2025 con 10 voti favorevoli e 5 voti contrari. Il bilancio di previsione era già stato presentato nella seduta del 24 novembre scorso dall’assessore Jacopo Agostini, e anche illustrato alle associazioni di categoria, ai comitati di zona e alle sigle sindacali.  Per quanto riguarda la spesa corrente, nel 2023 ci saranno maggiori costi per 1,6 milioni per il caro bollette. Spiccano tra le voci in aumento rispetto al 2022 le spese previste per pubblica illuminazione, riscaldamento ed energia elettrica degli edifici pubblici. 

In ambito educativo la previsione di spesa è stata confermata sui livelli dell'anno in corso, con  più di  600.000 euro destinati per l’assistenza all’handicap. Sul versante dei servizi alla persona, il Comune di Cesenatico continua a investire 1.800.000 euro come trasferimento all’Unione dei Comuni. Da segnalare la conferma dell'azzeramento del contributo richiesto alle famiglie per quanto concerne gli abbonamenti del trasporto scolastico per gli under 14: anche nell'anno scolastico 2023-2024 le famiglie non dovranno pagare nulla per il trasporto dei propri figli a scuole elementari e scuole medie: un investimento di circa 500.000 interamente coperto dalle casse pubbliche.

Nonostante le enormi difficoltà che le amministrazioni pubbliche stanno affrontando, con il caro bollette da un lato e i rialzi dei materiali in edilizia, la scelta dell’Amministrazione è stata quella di non aumentare la pressione fiscale su cittadini e imprese mantenendo allo stesso tempo confermati tutti i servizi. Per quanto riguarda le imposte, infatti, l’Amministrazione Comunale ha deciso di confermare la stessa aliquota addizionale IRPEF prevista per il 2022 con lo 0,7 per mille. La cifra totale prevista invece per la tassa di soggiorno sarà di 2.300.000 euro, in linea con i risultati attesi dell'anno 2022. Nel quadro del bilancio triennale va sottolineato che dal 2024 non sarà più in vigore l’Iscop (Tassa di scopo istituita nel 2014 per finanziare il nuovo polo scolastico di Villamarina) con un calo della pressione fiscale di oltre € 700.000,00 all’anno che andrà a beneficio dei proprietari di immobili soggetti al versamento dell’IMU.

Durante il 2023 gli investimenti principali riguarderanno le scuole con interventi di miglioramento sismico finanziati dal PNRR che riguarderanno la scuola “2 agosto 1849” per 800.000 euro e la scuola Media Arfelli per 1.000.000 euro. Sono a bilancio sul 2023 5.200.000 euro per il completamento del waterfront di Ponente che dopo l’asse fognaria vedrà la realizzazione delle opere superficiali e, già nel piano triennale sono previsti ulteriori  5.000.000 euro per il completamento del 2° stralcio del waterfront da via Magellano a via Cavour. 

Grande attenzione è posta, come sempre, al tema delle manutenzioni. Il piano asfalti 2023 prevede, infatti, un investimento di 850.000 euro a cui vanno aggiunti  130.000 per il potenziamento della pubblica illuminazione (lo stesso è previsto sia per il 2024 che per il 2025), e in totale saranno investiti 100.000 per messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e l’eliminazione delle barriere architettoniche. Il piano per la cura del verde prevede 100.000 di investimento straordinario a cui vanno aggiunti  30.000 euro per la manutenzione e il rinnovamento dei giochi nei parchi pubblici previsti. Per il 2024 sono previsti  600.000 per il consolidamento della Scuola "Da Vinci" di Via Caboto e  400.000  per la Scuola Ricci-Ortali di Villalta. Sempre per il 2024 ci sono  350.000 per la riqualificazione della nuova area verde di Bagnarola. Il 2023 sarà anche un anno di nuove progettazioni. L’amministrazione vuole rilanciare una progettazione legata al recupero del lungomare di Levante con progettazioni innovative per piazza Marconi a cui si aggiungerà piazza Volta per 50.000 e nel 2024 è stato messo a bilancio un fondo di 120.000 dedicato ad una progettazione tramite concorso di idee per il recupero dell’area Ex Nuit che entro il 2023 sarà di proprietà comunale.

“Il bilancio appena approvato risente in maniera importante di quella che oserei definire una tempesta perfetta. Da un lato gli aumenti legati al caro energia che ad una prima stima si attestano sui 2 milioni di euro; dall’altro versante ci sono i rincari dei materiali in campo edile. Solo nel 2022 i cantieri in corso hanno segnato aumenti per 1,5 milioni di euro e la situazione sembra permanere anche nel 2023. Nel bilancio 2023 oltre a registrare questi aumenti, abbiamo scelto di non toccare la pressione fiscale locale e di mantenere inalterati tutti i servizi essenziali come i servizi alla persona, i servizi educativi e quelli sociali. Grazie ai fondi del PNRR e i bandi regionali ed europei contiamo di proseguire l’opera di forte investimento nell’ammodernamento di Cesenatico. Ponti, scuole, nuovo lungomare di Ponente, area portuale, impianti sportivi e manutenzioni saranno tra i principali punti del piano triennale dei lavori pubblici che vedrà oltre 40 milioni di investimenti nel triennio", il commento del sindaco Matteo Gozzoli

"Anche quest’anno il consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione entro la scadenza del 31 dicembre, dando così la possibilità all’Ente di poter essere subito pronto e in maniera piena nella gestione corrente della amministrazione. Speriamo nel corso del 2023 di poter recuperare risorse così da rimpinguare alcuni capitoli di bilancio: su questo è quanto mai opportuno che dallo Stato arrivino risorse per il caro bollette e le revisioni prezzi delle opere pubbliche. Abbiamo deciso di confermare gli importi di spesa dei servizi essenziali: credo sia un orgoglio e una continuità politica essersi impegnati in questa direzione. Un sentito ringraziamento va a tutti gli uffici comunali che si sono adoperati per la presentazione di questo bilancio e un grazie speciale va ai due dirigenti della ragioneria che hanno gestito questa partita: Riccardo Spadarelli e Omar Laghi", le parole dell'assessore Jacopo Agostini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato il bilancio di previsione 2023-2025, sofferenza per il caro-bollette ma non aumenta la pressione fiscale

CesenaToday è in caricamento