Si smarrisce malata di Alzheimer: trovata in un'auto grazie al gps

La donna indossava fortunatamente il localizzatore gps delle associazioni Caima e Penelope di Cesena. I familiari hanno lanciato l’allarme alla Centrale Operativa della ditta Servim

Malata di alzheimer localizzata grazie ad un dispositivo Gps. Il fatto è avvenuto lunedì scorso a Cesena. La donna, 78 anni, si è allontanata da casa in un momento del coniuge. A causa della malattia legata a disturbi del comportamento, ha problemi di memoria e non è più autosufficiente. Per questo è sempre sotto la sorveglianza dei famigliari.  La famiglia si è accorta della mancanza della signora dopo diversi minuti e si e' subito attivata per cercarla.

La 78enne è affetta da “wandering”, ossia dal girovagare continuamente senza meta. E quel pomeriggio deve aver camminato molto in fretta perché si e' allontanata da casa per quasi 2 chilometri, verso la zona del quartiere Fiorenzuola. La donna indossava fortunatamente il localizzatore gps delle associazioni Caima e Penelope di Cesena. I familiari hanno lanciato l’allarme alla Centrale Operativa della ditta Servim che, grazie al segnale satellitare, in pochi secondi ha rintracciato l'anziana indicando alla famiglia l'indirizzo esatto di dove si trovava.

I familiari, giunti sul luogo, in zona stadio, sono stati attirati dalle grida della donna che, confusa, era salita su un'auto parcheggiata trovata aperta. La proprietaria del mezzo, giunta sul posto e accortasi dell’anziana intrusa, avendo intuito lo stato confusionale della signora, stava tentando di farla scendere dall’auto con i migliori modi, ma facendo alterare ancora di più la 78enne, convinta di essere nella propria auto. Sono stati i parenti a convincerla a farla scendere dalla vettura

Le Associazioni Caima e Penelope ricordano che "molti malati di Alzheimer, oltre a problemi di memoria, soffrono di vagabondaggio senza meta e spesso tentano di uscire di casa in cerca di una casa di infanzia che non c’è più, perché frutto dei loro ricordi, vissuti però come se fossero presenti e reali. Altri malati, perdono invece l’orientamento e non riescono più a trovare la strada di casa. L'uso di mezzi di prevenzione, come il localizzatore gps, può aiutare il ritrovamento dei malati nel più breve tempo possibile".

Le Associazioni ricordano che nelle sedi di Caima e Penelope "sono a disposizione alcuni localizzatori gops che possono essere dati alle famiglie in difficoltà in comodato d’uso gratuito, grazie alle donazioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena e Fondazione Romagna solidale. Per informazioni è possibile rivolgersi a Caima tutti i lunedì e venerdì dalle 9,30 alle 11,30 via Gadda, 120 - Cesena tel 0547/646583 oppure Associazione Penelope cell. 333/1603597".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento