Annegato nel Savio, la salma del 14enne in partenza per il Marocco

Alla presenza di circa 70 persone si è tenuto domenica pomeriggio un rito funebre islamico presso la camera mortuaria dell'ospedale Bufalini, un momento in cui si è raccolta la comunità musulmana

Mercoledì la salma di Azzedine El Omari, il 14enne annegato venerdì sera nel fiume Savio, prenderà il volo per il Marocco, per essere seppellita nella terra d'origine della sua famiglia. Alla presenza di circa 70 persone si è tenuto domenica pomeriggio un rito funebre islamico presso la camera mortuaria dell'ospedale Bufalini, un momento in cui si è raccolta la comunità musulmana cesenate per dare l'addio, con le forme proprie di questa religione, a Azzedine.

Anche in quell'occasione si è proceduto nella raccolta di fondi da destinare alle consistenti spese di rimpatrio del corpo del ragazzino, che avverrà con un aereo da Bologna e poi in Marocco con un trasporto via automezzo fino al paese di Moulay Bouazza, il paese marocchino di origine dei genitori. Al momento sono in corso le pratiche burocratiche presso il consolato marocchino di Bologna, una volta terminate queste ultime Azzedine lascerà per sempre Cesena e in particolare la comunità di San Carlo in cui si era integrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento