Anna Magnani e Paolo Virzì protagonisti a Montpellier con gli scatti del Centro Cinema

Prosegue il viaggio intorno al mondo del fondo "Cliciak-Scatti di Cinema" che sbarca a Montpellier, in Francia

Prosegue il viaggio del Centro Cinema di Cesena in giro per il mondo: dopo aver fatto tappa a Magdeburgo, in Germania, e a Seoul, in Corea, le foto del fondo Cliciak-Scatti di Cinema sbarcano ora a Montpellier, in Francia, dove saranno protagoniste da mercoledì 16 a sabato 26 ottobre. L’occasione è data dalla 41esima edizione del Festival Cinéma Mediterraneen la cui retrospettiva è dedicata al regista Paolo Virzì (“Paolo Virzì, Le Neuveau Maestro de la Comedie Italienne”) con la riproposizione per intero della sua filmografia,  e all’attrice Anna Magnani, protagonista di una personale dal titolo “Anna Magnani Actrice Eternelle”.

Proprio a questi due personaggi del cinema italiano di ieri e di oggi sono dedicate le due mostre fotografiche organizzate dal Centro Cinema Città di Cesena in collaborazione con l’Associazione “I dilettanti” di Montpellier e con la direzione del Festival.

Tra i nomi più importanti dell’attuale scena cinematografica italiana, Paolo Virzì può essere considerato il principale continuatore della grande tradizione della commedia all’italiana. D’altronde gli insegnamenti ricevuti da Furio Scarpelli, uno dei principali sceneggiatori di quella splendida stagione, frequentando le aule del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, hanno lasciato il segno. “A questo – aggiunge Antonio Maraldi del Centro Cinema di Cesena e curatore dell’esposizione – si aggiunga anche l’elemento autobiografico, Virzì è nativo di Livorno, città toscana dallo spirito sagace, che ha segnato periodicamente la sua produzione. Se la rivisitazione della commedia, con la sua mescolanza di toni – dal comico al drammatico –  e l’immissione di motivi autobiografici,  resta il filo conduttore del suo cinema, Virzì ama anche, di tanto in tanto, abbandonare la via maestra per immersioni più dirette in un presente duro e problematico”. La mostra fotografica – composta da immagini provenienti dal fondo “CliCiak” del Centro Cinema Città di Cesena e frutto del lavoro di alcuni tra i migliori fotografi di scena delle ultime generazioni – oltre a documentare questo suo cammino, offre una testimonianza visiva del suo muoversi sul set (non è raro vederlo alla macchina da presa) e dell’attenzione e della cura che dedica ai suoi attori. Altra sua riconosciuta peculiarità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’omaggio fotografico pensato per Anna Magnani invece ruota attorno a Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini, ultima sua interpretazione di rilievo (i suoi impegni successivi, prima della morte avvenuta nel 1973,  furono legati ai film televisivi di Alfredo Giannetti) e in qualche modo riassuntiva dei personaggi di donne volitive e passionali, spesso in lotta contro un destino avverso, della sua carriera. La mostra, pur nella limitatezza numerica delle foto esposte, riesce a rendere conto dei suoi altri personaggi forti (in Bellissima di Luchino Visconti e in La carrozza d’oro di Jean Renoir) e di altre protagoniste che, al di là della riuscita o meno dei film, ne hanno incrementato la fama e il forte legame col pubblico. “Anna Magnani – interviene Maraldi – grazie al proprio temperamento di interprete, ha saputo supplire alla debolezza di certi ruoli. Anche in questo caso, le foto, firmate da alcuni tra i maggiori fotografi della storia del cinema italiano (Cavicchioli, Novi, Poletto, Ronald) provengono dagli archivi del Centro Cinema Città di Cesena”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento