Cronaca

"Andrà tutto bene", il Comune mette in mostra lo striscione del piccolo Alfredo

"Un modo - sottolinea il Comune - per stare vicini alle  tante famiglie che in queste ore, restando a casa, hanno scelto di incoraggiare tutti"

In questi giorni e in queste ore si moltiplicano gli appelli "Io resto a casa" e "Andrà tutto bene".  Disegni, cartelli, striscioni che suonano come un monito, un augurio, una speranza. Molto spesso il messaggio così importante, in un momento in cui tutti possono fare qualcosa per contenere il virus, arriva dai bambini.

Deve essere davvero piaciuto al Comune di Cesena lo striscione del piccolo Alfredo, che ha chiesto alla sua mamma di poter mostrarlo a tutti. Detto, fatto, visto che lo striscione è stato affisso in bella vista sulla facciata del Comune.

"Un modo - sottolinea il Comune - per stare vicini alle  tante famiglie che in queste ore, restando a casa, hanno scelto di incoraggiare tutti con questa certezza: non importa quanto durerà e quanto impegno richiederà da parte di tutti la battaglia contro questo nuovo virus. Alla fine, lottando insieme, ne usciremo".

Il Comune lancia "Cesena per i piccoli"

Intanto a Cesena non si perde tempo e dopo la chiusura delle scuole e lo stop forzato alle attività di recupero scolastico e a quelle ludico ricreative, il Comune offre un passatempo a tutti i bambini costretti a restare in casa come indicato dalle disposizioni governative tese a limitare il contagio del virus Covid-19. Tutto è nato su WhatsApp e da una catena di note vocali realizzate dai piccoli cesenati e dai loro genitori per chiedere all’Amministrazione comunale di mettere in campo iniziative a distanza per tutti gli studenti rimasti a casa. Rapida la risposta dell’Amministrazione che ha pensato a una soluzione virtuale e di facile fruizione per tutti, un nuovo canale Youtube chiamato “Cesena per i piccoli”.

Si tratta di un appuntamento giornaliero che si articolerà in diversi video-momenti (con pubblicazioni alle 9 e alle 15) curati dalle Associazioni che hanno aderito all’iniziativa comunale: Associazione Barbablu, Associazione L’Aquilone di Iqbal, Aps Progetto 11, C.E.M.E.A Emilia-Romagna, Agesci, Educatori dell’Azione Cattolica di Cesena-Sarsina, Eductiva PON, gli operatori della Biblioteca Malatestiana Sezione Ragazzi e la grande famiglia dei docenti e dei cuochi comunali.

“Alla base di questo nuovo canale – spiega l’Assessora ai Servizi per le famiglie Carmelina Labruzzo – c’è un intrattenimento a distanza, dove i giovani volontari e professionisti dell’editoria per ragazzi come Nicolò Mingolini ed Elisa Rocchi si divertiranno allietando i nostri ragazzi con giochi di lettura, audiolibri, tutorial di laboratori creativi, attività di disegno e di bricolage che i piccoli potranno riprodurre dando ampio respiro alla loro creatività. Il fine è quello di raggiungere tantissimi bimbi di Cesena, e non, che sono a casa a causa dell’emergenza coronavirus”. Ogni giorno cliccando sul link … sarà possibile giocare insieme anche se a distanza. “La tecnologia – prosegue l’Assessora – ci permette di mantenere i contatti a distanza e questo canale si presenta come una nuova esperienza aggregativa per i bambini dai 3 ai 10 anni che non vanno a scuola. Tutte le mattine, il primo appuntamento è previsto per le 9, e tutti i pomeriggi i bambini potranno giocare e divertirsi anche insieme ai loro genitori. Se oggi non è possibile andare a scuola o in Biblioteca, sono gli educatori, i volontari e la Biblioteca ad arrivare a casa di tutti nel segno della responsabilità civile e delle buone pratiche per impegnare in maniera divertente, creativa e responsabile il tempo libero in una condizione di emergenza”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Andrà tutto bene", il Comune mette in mostra lo striscione del piccolo Alfredo

CesenaToday è in caricamento