"Amiche dell'uomo e della natura", dedicata alle api la giornata per la custodia del creato

Tutto pronti per la quattordicesima giornata per la custodia del creato organizzata dalla Diocesi di Cesena-Sarsina con la partecipazione delle altre tre chiese

"Laudato sii, o mio Signore, per tutte le tue creature, per il sole e per la luna, per le stelle e per il vento..". San Francesco, nel bellissimo cantico delle creature, tra le creature, annoverava anche le amiche api responsabili del 70 per cento circa della impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta, garanti di un 35% della produzione globale di cibo e, soprattutto, della biodiversità.

 Per questo motivo la quattordicesima giornata per la custodia del creato organizzata dalla Diocesi di Cesena-Sarsina con la partecipazione delle altre tre chiese (Cristiana Avventista del settimo giorno, la chiesa Ortodossa Rumena e la chiesa greco-cattolica rumena), dal titolo "Quante sono le tue opere, Signore", è dedicata proprio a loro: ai piccoli e produttivi insetti. La giornata si svolgerà sabato 14 settembre all'Istituto Lugaresi in via Canonico Lugaresi 202 con il seguente programma: dopo l'accoglienza prevista alle 17, seguirà l'intervento dal titolo "Il progetto europeo BeePathnet" Le città amiche delle api per la difesa della biodiversità e del creato. A parlarne sarà Roberto Zoffoli, responsabile Servizio pianificazione strategica progetti integrati comunali, nazionali ed europei per il Comune di Cesena. A lui succederà Claudio Venturelli, entomologo al Dipartimento Sanità Pubblica dell'Ausl Romagna che tratterà il tema "La danza delle api" con la visita all'apiario urbano dell'Istituto Lugaresi. Alle 19 preghiera ecumenica e alle 20 momento conviviale.

Va ricordato che Cesena è una delle quattordici città italiane coinvolte nei network di trasferimento approvati dal programma di cooperazione territoriale Urbact. Cesena partecipa con il progetto per lo sviluppo dell’apicoltura “Bee path transfer network” per promuovere le strategie per lo sviluppo dell’apicoltura urbana e in Italia è l'unica che si occupa di questo settore. Insieme a lei altre città di quattro Paesi diversi: Ungheria, Polonia, Grecia e Slovenia. "E' un progetto molto interessante - spiega Roberto Zoffoli - oltre ai progetti che abbiamo già realizzato, stiamo ragionando anche di inserire, tra le buone pratiche, la protezione di alcune aree in città incolte, dove possano crescere fiori ed erbe utili all'impollinazione delle api. Le api sono amiche dell'uomo e della natura, vanno protette anche in città."

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere in avanzata decomposizione ritrovato in una scarpata stradale

  • Rientra a casa e trova il rapinatore col coltello: "Io e te andiamo a prelevare". Lo salva il vigilante

  • Tragedia in campagna, finisce sotto le ruote del trattore: muore un agricoltore

  • Ladri scatenati nella notte, le telecamere riprendono la 'banda' dei camioncini da lavoro

  • Le temperature calano a picco: in arrivo vento e temporali: l'allerta meteo

  • La 17enne cesenate Alessandra Rumieri è la nuova "Miss Mondo Rally"

Torna su
CesenaToday è in caricamento