Bagno di Romagna, attenzione al diabete: inaugura l'ambulatorio della Cronicità

Entro l’anno saranno invitati circa 300 pazienti, in questi giorni sono già state spedite 42 lettere di invito ai pazienti

Mercoledì alle 12 a San Piero in Bagno verrà inaugurato al primo piano dell’ospedale Angioloni l’Ambulatorio della Cronicità, fulcro del nuovo percorso di presa in carico dei pazienti affetti da diabete di tipo 2.  L’Ambulatorio che entrerà in funzione è un servizio territoriale dell’Unità Operativa di Cure Primarie dell’Ausl di Forlì-Cesena, finalizzato alla “presa in carico attiva” dei pazienti con malattie croniche, che vengono invitati a sottoporsi a controlli e interventi di prevenzione e promozione della salute, con azioni educative per l’adozione di sani stili di vita e la riduzione dei principali fattori di rischio. Peculiarità del servizio è la presenza dell’Infermiere dedicato, dotato di competenze specifiche, che ha il compito di facilitare e coordinare l’assistenza al paziente diabetico lungo tutto il suo percorso, attraverso una stretta integrazione con il Medico di Medicina Generale e con gli specialisti afferenti a più discipline (diabetologo, cardiologo, oculista) che, a seconda delle necessità, concorrono nel percorso di cura del paziente. 

 “Per la Casa della Salute Valle Savio di Mercato Saraceno-San Piero in Bagno - ha sottolineato Francesca Righi, direttore del Distretto Cesena Valle Savio - si tratta di una novità importante, che introduce un modello innovativo di assistenza, quello basato sulla “Medicina di Iniziativa” che non aspetta il cittadino (sanità di attesa), ma gli “va incontro” prima che le patologie insorgano o si aggravino, riducendo la comparsa di complicanze della patologia cronica, garantendo interventi “su misura” e puntando anche sulla prevenzione e sull’educazione”. Entro l’anno saranno invitati circa 300 pazienti, in questi giorni sono già state spedite 42 lettere di invito ai pazienti. Saranno presenti il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini, l’Aassessore alla Sanità Enrica Lazzari, la dirigente del Servizio di Assistenza Territoriale della Regione Emilia Romagna Imma Cacciapuoti, il direttore del Distretto Cesena Valle Savio Righi, il direttore dell’Unità Operativa Cure Primarie di Forlì-Cesena Riccardo Varliero, il coordinatore del Nucleo di Cure Primarie Valle Savio Duccio Fabbri della Faggiola e il responsabile Infermieristico e Tecnico di Cesena Giuliano Guiducci. 

"È una inaugurazione importante per la nostra comunità – commentano il sindaco Marco Baccini e l’assessore Enrica Lazzari. Si tratta infatti dell’introduzione ed avvio di un servizio di evidente importanza per i nostri cittadini ed anche quelli dei territori limitrofi come Alfero, Verghereto, Mercato Saraceno e Sarsina. Crediamo profondamente che l’Ambulatorio della Cronicità rappresenti un duplice valore sia per la crescita di servizi a favore dei nostri cittadini, sia una scelta mirata a migliorare gli stili di vita di ognuno di noi attraverso la prevenzione, nell’ambito di una sinergia tra medici e cittadini che nel medio lungo periodo potrà portare un cambiamento positivo nelle famiglie della nostra vallata. Ringraziamo tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto, in particolare i medici delle Cure Primarie che hanno dato la loro piena disponibilità ad iniziare un percorso nuovo e innovativo per la nostra comunità grazie anche alle sinergie e collaborazioni che ci saranno con il personale infermieristico. 
Per questo motivo invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare all’evento inaugurale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento