Cronaca

Alunni dai 6 ai 14 anni, Il Comune a caccia di proposte per le attività extrascolastiche

Labruzzo "Indispensabile servizio che garantisce l'ampliamento dell'offerta formativa e che favorisce le famiglie"

Proporre nuove attività agli studenti per sostenerli nell’incremento delle loro conoscenze e affiancare le famiglie nell’organizzazione quotidiana, soprattutto in relazione alle ore pomeridiane. Socialità, integrazione e creatività. Sono questi i pilastri su cui si regge la call pubblica lanciata dal Comune di Cesena che anche quest’anno chiede agli enti del Terzo settore proposte e progetti relativi alle attività extrascolastiche, quali pre-scuola, post-scuola, prolungamento dell’orario e accompagnamento scolastico. Si tratta di una serie di azioni che a partire dal prossimo anno scolastico andranno a favorire le famiglie e gli stessi bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni. Lo scorso anno hanno usufruito dei servizi pre e post scuola circa 400 alunni.

“Offrendo preziose opportunità educative e di crescita ai bambini, ragazzi e alle ragazze – commenta l’Assessora ai Servizi per la Persona e le famiglie Carmelina Labruzzo – affianchiamo concretamente i genitori consentendo loro di conciliare gli impegni professionali al tempo da dedicare alla famiglia. Le attività extrascolastiche che saranno presentate all’Ufficio scuola comunale, dopo essere valutate da una apposita Commissione che si esprimerà anche su indicazione dei Dirigenti scolastici delle scuole del primo ciclo di Cesena, andranno a costituire la programmazione del prossimo anno scolastico ampliando in questo modo l’offerta formativa. L’organizzazione e la gestione annuale di queste attività da parte degli enti del Terzo settore rappresenta infatti un apporto indispensabile per le famiglie e per le Istituzioni didattiche, consentendo di raggiungere risultati migliori in termini di continuità didattica ed educativa, prevenzione della dispersione scolastica, successo scolastico e formativo, contrasto alla povertà educativa. In questo senso – prosegue l’Assessora –  nell’ambito della ricca programmazione di attività proposte dovranno essere annoverati progetti per bambini e adolescenti con disabilità, con lo scopo di favorire la vita di relazione, l’integrazione sociale, la mobilità individuale dei ragazzi che si trovano in condizione di grave limitazione dell'autonomia personale”. Per gli interventi e le attività che dovranno essere svolti nei prossimi tre anni (da settembre 2021 a dicembre 2023) presso gli edifici scolastici delle Primarie e secondarie di primo grado, l’Amministrazione comunale mette a disposizione 148 mila euro complessivi.

Scopo principale della call è l’attivazione dei tavoli di co-progettazione, finalizzati all’elaborazione congiunta della progettazione definitiva degli interventi e delle attività previste nel Documento Progettuale (DP), predisposto dall’Amministrazione, e, conseguentemente, all’attivazione del rapporto di partenariato con gli enti attuatori di progetto. Le attività si configurano come attività volte ad ampliare l’offerta formativa, garantire pari opportunità di accesso allo studio e promuovere l’inclusione scolastica degli studenti in situazioni di fragilità.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro le ore 13 di lunedì 19 luglio e potrà essere presentata esclusivamente al Protocollo generale del Comune di Cesena oppure potrà essere inviata tramite PECa protocollo@pec.comune.cesena.fc.it. L’avviso pubblico è stato pubblicato nella sezione Bandi e Avvisi del sito dell’Ente (www.comune.cesena.fc.it).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alunni dai 6 ai 14 anni, Il Comune a caccia di proposte per le attività extrascolastiche

CesenaToday è in caricamento