Cronaca

Alluvione, il giorno dopo. Messa in sicurezza la gru, Lucchi: "Il peggio è passato"

Dalle 23 di venerdì la gru in vicolo Cesuola è stata messa in sicurezza, eliminando il pericolo maggiore per i residenti. "Sabato lo smontaggio dovrebbe terminare"

Sembra in lento miglioramento la situazione a Cesena il giorno dopo l’alluvione che ha messo in ginocchio diverse zone del comune e dell’intera provincia. “La prima - dice il sindaco Paolo Lucchi - è che non sta piovendo forte e che quindi potrà proseguire l'opera di recupero dei disastri causati venerdì dal maltempo in tante case e strade”.

GRU PERICOLANTE - Dalle 23 di venerdì la gru in vicolo Cesuola è stata messa in sicurezza, eliminando il pericolo maggiore per i residenti. “Oggi (sabato) lo smontaggio dovrebbe terminare, consentendoci di collocare tra i brutti ricordi un evento unico per pericolosità”. “Anche in questo caso - dice il sindaco - un ringraziamento va a coloro che - governando mezzi e carri ponte, curando la sicurezza dell'area - hanno lavorato lunghe ore per risolvere i problemi. Ed ai residenti che ieri hanno subìto il trauma causato dalle sirene delle auto della Polizia, che segnalavano un grosso problema in arrivo”.

QUALCHE DISAGIO - Nel corso della mattinata resterà qualche disagio, soprattutto causato dalla chiusura al transito di pedoni e mezzi pubblici in Via Zefferino re, “ma il peggio è passato”, dice il primo cittadino, che prosegue: “Ora via verso la riunione a Ravenna, per ragionare assieme agli altri Sindaci con la Regione, dei disastri da maltempo di queste ore. Come sempre noi amministratori cesenati non ci lamenteremo, ma chiederemo con decisione una mano per le nostre comunità”.

IN ARRIVO 2,5 MILIONI DI EURO PER LE PRIME EMERGENZE - Due milioni e mezzo per interventi urgenti per far fronte alle emergenze prioritarie dopo il maltempo che ha colpito da ieri la regione. Ricognizione in tempi stretti dei danni per avanzare la richiesta di stato di emergenza nazionale al Governo. E’ quanto stabilito oggi nel corso dell’incontro convocato sabato mattina dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini nella sede del Comune di Ravenna (Leggi l'articolo completo)

ENEL - "270 piani di lavoro, 700 uomini in campo, oltre 500 interventi già effettuati nelle ultime 24 ore su linee e cabine elettriche. Migliora la viabilità e l’accesso delle squadre di Enel Distribuzione agli impianti elettrici in Emilia Romagna duramente colpiti nelle ultime 48 ore dalla tempesta di neve. Netto il miglioramento dalla serata di ieri che ha portato a dimezzare il numero dei clienti disalimentati. Se sulla costa romagnola si conta di normalizzare l’erogazione di elettricità già nelle prossime ore; persistono invece difficoltà nelle zone appenniniche per via dell’accesso agli impianti sulle zone impervie abbondantemente ricoperte di neve. In tutte le province si stanno effettuando numerosi interventi anche sulla rete di bassa tensione per iniziare a ripristinare l’elettricità nelle case isolate o sparse. I centri operativi Enel dell’Emilia Romagna, stanno guidando l’opera delle squadre al lavoro con mezzi speciali, nel pieno rispetto di tutti gli standard di sicurezza" si legge in una nota di Enel

La gru pericolante (Foto di Ermanno Lazzarini)


Frana a Roversano (foto di Andrea Fesani)


Venerdì 6 febbraio, un disastro: allagamenti, frane e fiumi in piena (foto dei lettori)


Allagamenti in periferia (Davide Sapone)

SITUAZIONE DRAMMATICA ANCHE NEL RAVENNATE
Il mare entra nei lidi, è un disastro - FOTO
Crolla un tetto per il forte vento - FOTO
Allagamenti ovunque nel ravennate - FOTO

STRADE COME FIUMI, IL VIDEO
STRADE COME FIUMI, IL VIDEO (2)
FRANA SULLA BIDENTINA A FORLI, IL VIDEO

EMERGENZA MALTEMPO A FORLI' - GLI AGGIORNAMENTI - VILLAFRANCA - FORLIMPOPOLI - BERTINORO - PREVISIONI METEO - IL CONSIGLIO - IL PARERE DEL METEOROLOGO - LA POLEMICA - BLACK OUT - STATO D'EMERGENZA - SITUAZIONE STRADE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, il giorno dopo. Messa in sicurezza la gru, Lucchi: "Il peggio è passato"
CesenaToday è in caricamento