menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alluvione, Confesercenti: "Sia chiaro, la prossima stagione non è compromessa"

"L'allarme pare rientrato ed i tavoli di lavoro sono partiti immediatamente, già sabato mattina, ora però le imprese attendono aiuti. Il maltempo dei giorni scorsi, di portata eccezionale, ha causato danni importantissimi ad oggi non ancora quantificabili"

“L’allarme pare rientrato ed i tavoli di lavoro sono partiti immediatamente, già sabato mattina, ora però le imprese attendono aiuti. Il maltempo dei giorni scorsi, di portata eccezionale, ha causato danni importantissimi ad oggi non ancora quantificabili e certamente terribili. Non solo la zona mare in prima fila, quindi stabilimenti balneari ed alberghi, ma anche l’entroterra (la frazione di Sala ad esempio) ha subito danni immensi, un disastro”: è la presa di posizione di Confesercenti di Cesenatico.
 

Riconosce Confesercenti: “Le istituzioni sono partite rapide, la Regione ha stanziato una cifra importante da destinare ad interventi strutturali del territorio, strade, spiagge, infrastrutture, obiettivo riportare la costa allo stato precedente l’evento. Il nostro Comune, ed ovviamente le altre località colpite, hanno già fatto richiesta al Governo centrale per ottenere lo stato di calamità. Gli operatori, tutti, già da sabato erano attivi con ogni mezzo per salvare il salvabile, quantificare il disastro, pronti per recuperare quanto più possibile. Adesso dopo l’evento si mettono in fila i conti e le attese, alte molto alte”.
 

“Con ogni mezzo bisogna dare un segnale chiaro di rispetto e solidarietà, ogni possibile strada deve essere percorsa, sia che si tratti di risorse economiche che di sgravi fiscali, abbassamento dell’irpef, azzeramento dell’IMU, sgravi contributivi. Per dare respiro reale serve liquidità immediata oppure un abbattimento sostanziale alla fiscalità, servono soldi in entrata oppure minori spese. La nostra cooperativa di garanzia ha preso contatti con gli istituti di credito per formulare azioni strategiche rivolte a quelle categorie economiche colpite ed altre operazioni sono già in atto, abbiamo contattato la Regione per accedere a canali dedicati a finanziamenti a fondo perduto”.
 

“Sia chiaro la stagione non è compromessa e contiamo già nelle settimane prossime di poter dare una buona immagine della città, ma la questione è molto seria: questo è stato senza dubbio un evento eccezionale ma non il primo. Il nostro territorio ha bisogno di un monitoraggio costante di opere di contenimento e deflusso continue, rete fognaria e vasche di espansione. D’accordo questi sono ragionamenti futuri, per il contingente sollecitiamo le istituzioni comunali e regionali a dare il massimo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento