Allerta neve e gelo, spargisale in funzione. I fossi sono già a livelli preoccupanti

Comincia a preoccupare anche lo stato dei corsi d’acqua: già giovedì pomeriggio è stata segnalata la situazione critica di alcuni fossi

I servizi comunali e la Protezione civile mantengono alta la guardia,  alla luce delle previsioni meteo che indicano per l’intera giornata dvenerdì, persistenti e diffuse precipitazioni in pianura: il bollettino diramato giovedì pomeriggio dalla Protezione civile regionale indica uno stato di allerta arancione per criticità idraulica ed idrogeologica (in altre parole, rischio di esondazioni e frane) nel nostro territorio. Invece, nell’alta Valle del Savio continueranno le nevicate.

Il settore Strade del Comune che dalle 23 di mercoledì notte ha attivato i mezzi spalaneve nelle località collinari per poi scendere in pianura, mantiene in stato di allerta tutti i mezzi a disposizione e già nella serata di giovedì è previsto che entrino  in azione i mezzi spargisale per mantenere percorribili le strade, a partire da quelle collinari. L’attività proseguirà nei prossimi giorni in vista dell’annunciato abbassamento delle temperature. Si prevede, infatti, che la colonnina di mercurio scenderà di diversi gradi nel fine settimana.

Ma comincia a preoccupare anche lo stato dei corsi d’acqua: già giovedì pomeriggio è stata segnalata la situazione critica di alcuni fossi. Intanto, fin da giovedì mattina la Protezione Civile ha attivato diverse squadre per interventi puntuali sul territorio a salvaguardia della pubblica incolumità. Nello specifico, due squadre dell’Associazione nazionale Alpini hanno effettuato interventi di pulizia dalla neve e spargimento sale o segatura all'ingresso della scuola di ponte Abbadesse e sui passaggi pedonali dei Ponti sul Savio. Invece, due  squadre del Gruppo Comunale dei volontari di Protezione civile sono intervenute al Canile comunale, dove hanno consegnato un generatore e alcuni termoconvettori per mantenere al caldo i cuccioli, e hanno effettuato trattamenti di pulizia neve e salatura nei parcheggi scambiatori e sul percorso pedonale centro - Osservanza.

Ricovero per i senza fissa dimora

Intanto, di fronte all’emergenza freddo, ci si sta muovendo per offrire ricovero ai senza fissa dimora. Il Comune ha chiesto all’Asp di attrezzarsi per essere pronta già da questa notte ad ampliare, in caso di necessità, l’offerta di posti in dormitorio di 4/5 unità, e di estendere l’invito anche ai servizi gestiti da Mater Caritatis - Caritas Diocesana.

La situazione in Alto Savio

Nel frattempo, la Protezione Civile dell’Unione sorveglia con particolare attenzione anche la situazione nell’alta Valle del Savio e, soprattutto, del territorio di Verghereto. Qui oggi le scuole sono rimaste chiuse e lo saranno anche venerdì e i mezzi spartineve hanno lavorato tutta la notte. Come si accennava, in queste zone si prevede che continui a  nevicare e il timore è che si possano registrare black out delle linee elettriche, con tutti i problemi del caso: tale evenienza infatti comporterebbe anche l'impossibilità di riscaldare le abitazioni con le tradizionali caldaie domestiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento