rotate-mobile
Cronaca Gambettola

Cani e gatti uccisi, massima allerta a Gambettola: "Azione di un infame"

E’ molto grave quello che sta succedendo negli ultimi giorni - esordisce il sindaco Roberto Sanulli -. Sono in corso delle indagini e c’è il fondato sospetto che un infame stia spargendo bocconi avvelenati

E' allerta massima a Gambettola dopo la morte di alcuni cani e gatti. "E’ molto grave quello che sta succedendo negli ultimi giorni - esordisce il sindaco Roberto Sanulli -. Sono in corso delle indagini e c’è il fondato sospetto che un infame stia spargendo bocconi avvelenati. Dalle segnalazioni pervenute, emerge che l’area attualmente interessata è compresa nel quadrilatero fra via Kennedy, via Gramsci, corso Mazzini e via Sottorigossa". Il primo cittadino richiama l’attenzione di tutti i possessori di cani "affinché limitino al massimo le uscite e, comunque, utilizzino tutti gli accorgimenti e le attenzioni per scongiurare e prevenire possibili avvelenamenti".

"Per quanto ci riguarda, abbiamo già avviato il monitoraggio di alcune vie e stiamo definendo altre iniziative di controllo e di prevenzione attraverso le strutture comunali, associazioni di volontariato, la polizia municipale in stretta collaborazione con il comando della locale stazione dei carabinieri - aggiunge Sanulli -. Faremo l’impossibile per individuare i responsabili, per questo sollecito la massima collaborazione da parte di tutta la cittadinanza affinché ogni situazione sospetta venga immediatamente segnalata al comando dei carabinieri (telefono 0547 53044) o alla polizia municipale (telefono 340 0704430). La straordinarietà e l’estrema gravità della situazione richiede un forte impegno comune, per contrastare con tutte le nostre forze comportamenti vigliacchi che la nostra comunità rigetta con decisione".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani e gatti uccisi, massima allerta a Gambettola: "Azione di un infame"

CesenaToday è in caricamento