Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Allarme nel volontariato, le Pro Loco in difficoltà: "Serve il supporto di tutti"

"Nell’intento di impiegare ogni sforzo istituzionale e collettivo nel tentativo di sostenerle la situazione di difficoltà rischia di compromette l’esistenza stessa delle Pro Loco"

La difficoltà del mondo del volontariato tocca anche Bagno di Romagna, dove le Pro Loco di Bagno di Romagna e San Piero in Bagno si trovano nell’impasse di trovare persone disponibili a entrare a far parte dei rispettivi Consigli Direttivi. Lo annunciano alla cittadinanza il Sindaco Marco Baccini e l’Assessore al Turismo Francesco Ricci, con una lettera che mira a sensibilizzare i cittadini sul ruolo strategico che le Pro Loco hanno per il tessuto turistico ed economico del territorio comunale. 

"Nell’intento di impiegare ogni sforzo istituzionale e collettivo nel tentativo di sostenerle – scrivono Sindaco ed Assessore – la situazione di difficoltà rischia di compromette l’esistenza stessa delle Pro Loco oltreché l’organizzazione degli eventi di intrattenimento a beneficio della nostra Comunità, del turismo e dell’indotto economico che vi ruota attorno. Per citarne alcuni, il riferimento è al Festinval, alle Sagre di Ottobre, all’installazione delle luminarie ed all’organizzazione delle tombole natalizie, ai giorni del ferragosto bagnese, alle prossime sagre primaverili e ad altri ancora. Questa situazione ci preoccupa molto sia come Amministratori che come cittadini - evidenzia Marco Baccini - nella veste di Amministratori pro-tempore della nostra Comunità, già con la programmazione del prossimo triennio, abbiamo adottato alcune misure premianti e di sostegno alle Pro Loco, prevedendo di aumentare i contributi istituzionali diretti alle Pro Loco stesse ed avanzando la disponibilità ad incaricare a livello comunale un professionista a cui assegnare il compito di gestire il disbrigo delle pratiche necessarie per l’organizzazione degli eventi.

"Ci sentiamo di sensibilizzare tutte le parti della nostra Comunità – chiaramente ciascuno in base alle proprie disponibilità, attitudini ed interessi – ad assumere il dovere e la responsabilità di mettersi a disposizione per il bene collettivo. Ci rivolgiamo apertamente ad ognuno di voi, giovane studente, privato cittadino o commerciante, per chiedere una riflessione seria sul ruolo sociale che abbiamo all’interno della comunità che sul dovere civico di rispondere alle esigenze concrete che la interessano".

 "Considerate – sottolineano Baccini e Ricci – che si tratta anche in questo caso di un impegno pro-tempore, che caratterizza la propria vita solo per un breve periodo e che – a fronte di un impegno residuo e non totalizzante – consente di poter coltivare l’orgoglio di aver restituito o dato qualcosa di personale alla Comunità in cui abbiamo l’onore e la fortuna di vivere.  Vi chiediamo pertanto – e qui la richiesta rivolta ai Cittadini – di potervi fare parte attiva e sostenere le Pro Loco con l’impegno che ognuno di voi sente di poter fornire. D’altro canto, l’Amministrazione comunale è pronta e disponibile a supportare quanto più possibile l’operato delle Pro Loco e dei propri partecipanti, così come negli anni scorsi nell’ambito di un percorso di collaborazione ben tracciato". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme nel volontariato, le Pro Loco in difficoltà: "Serve il supporto di tutti"

CesenaToday è in caricamento