Spedizione punitiva: trascinato per terra, picchiato e minacciato di morte

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il malcapitato, mentre stava rientrando a casa in auto, è stato avvicinato dai due magrebini

Foto di repertorio

Sono accusati di aver aggredito e minacciato di morte un 39enne. Per l'episodio avvenuto il 30 maggio scorso a Cesena, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Forlì-Cesena hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari: nel mirino sono finiti due marocchini rispettivamente di 35 e 40 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il malcapitato, mentre stava rientrando a casa in auto, è stato avvicinato dai due magrebini. Quest'ultimi l'avrebbero trascinato per terra e colpito ripetutamente con schiaffi al volto, minacciandolo di morte. I presunti aggressori, secondo quanto appurato dagli inquirenti, avrebbero ritenuto colpevole il 39enne di aver riferito alla polizia particolari sulla loro condotta di vita. Uno dei due marocchini è stato rintracciato il 29 giugno in un bar di Cervia, mentre l'altro connazionale è stato arrestato sabato dopo esser rientrato dal paese d'origine. Le indagini sono state seguite dal sostituto procuratore Filippo Santangelo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento