Campi sportivi verso il rinnovo di 18 gestori, ma tra impianti restano "orfani"

Prosegue il percorso per affidare la gestione degli impianti sportivi di quartiere. Il 30 aprile è scaduto il termine per presentare le domande sulla base dell'avviso pubblicato nei mesi scorsi, e a quella data risultano arrivate candidature per 19 dei 22 impianti messi a bando

Prosegue il percorso per affidare la gestione degli impianti sportivi di quartiere. Il 30 aprile è scaduto il termine per presentare le domande sulla base dell’avviso pubblicato nei mesi scorsi, e a quella data risultano arrivate candidature per 19 dei 22 impianti messi a bando. A comunicarlo il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore allo Sport Christian Castorri, in una lettera inviata ai consiglieri comunali per aggiornarli sull’andamento del bando. Nella lettera, Sindaco e Assessore riportano il quadro analitico delle domande pervenute, evidenziando che 18 impianti hanno registrato una sola domanda, mentre in un caso (quello del Centro Sportivo di Ponte Abbadesse) ne sono arrivate due.

Senza candidature, infine, sono rimasti i centri sportivi di San Carlo, Bulgarnò e Budrio. Ora si apre la fase successiva, che prevede la valutazione dei progetti presentati e delle relative offerte tecniche ed economiche da parte di una commissione tecnica di valutazione, che verrà nominata prima dell’apertura delle buste, mentre per gli impianti rimasti privi di candidature si procederà ora a trattativa privata. Come sottolineano Sindaco e Assessore, l’intero iter verrà concluso entro il 30 giugno, quando scadranno le concessioni attualmente in vigore, garantendo così in tutti gli impianti il proseguimento dell’attività senza interruzioni.

Commentano l’Assessore Christian Castorri e il Sindaco Paolo Lucchi: “Ci preme sottolineare come, per i 18 impianti per cui è pervenuta una sola domanda, essa sia stata presentata dall’attuale gestore. Segnale a nostro avviso di un forte e importante radicamento nel tessuto cittadino da parte della società sportive, oltre ad una collaborazione fra di esse finalizzata a rafforzare e consolidare la presenza sportiva in città.L’iter amministrativo prevede ora la valutazione dei progetti presentati e le relative offerte tecniche ed economiche. Ad effettuare questa operazione sarà la commissione tecnica di valutazione, che verrà nominata prima dell’apertura delle buste. Per quanto riguarda gli impianti per i quali non sono pervenute domande, si procederà ora a trattativa privata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento