Cronaca

Adsl ma non per tutti a Macerone, scatta l'interrogazione in Regione

Tuttavia, fa notare Zoffoli, "l'accesso a internet via Adsl o radio risulta più fruibile rispetto al satellite, inoltre alcune centrali che erogano il servizio Adsl risultano sature, come ad esempio quella di Macerone di Cesena

"Garantire a tutti i cittadini dell’Emilia-Romagna la possibilità di connettersi a Internet su banda larga, azzerando la quota di coloro che oggi non possono far altro che rivolgersi ad operatori satellitari". E’ quanto sollecita alla Giunta regionale Damiano Zoffoli (Pd) in un’interrogazione nella quale ricorda che “diversi cittadini lamentano ancora l’impossibilità di collegarsi ad internet ad una velocità ragionevole per gli standard odierni e comunque inferiori ai 2 Mbps previsti nel Piano telematico regionale 2011-2013”.

Secondo i dati forniti da Lepida spa, nella sua ultima newsletter istituzionale, ricorda il consigliere, per ciò che riguarda la banda larga risulta che la percentuale di popolazione regionale “coperta” raggiunge il 97,6%, sommando coloro che usano l’Adsl su rete fissa (90,07%) a quelli che accedono alla rete in modalità wireless. Mentre il resto della popolazione potrebbe comunque accedere alla rete via satellite.

Tuttavia, fa notare Zoffoli, "l’accesso a internet via Adsl o radio risulta più fruibile rispetto al satellite, inoltre alcune centrali che erogano il servizio Adsl risultano sature, come ad esempio quella di Macerone di Cesena, non accettando nuovi clienti lascia in questo modo scoperte fasce di potenziali fruitori".

Di qui l’interrogazione alla Giunta per sapere come intenda garantire a tutti gli emiliano-romagnoli la possibilità di una connessione a banda larga in modo uniforme.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adsl ma non per tutti a Macerone, scatta l'interrogazione in Regione

CesenaToday è in caricamento