Adolescenza e disturbo borderline di personalità: esperti in convegno a Cesenatico

Il convegno è patrocinato da Regione Emilia Romagna, Comune di Cesenatico, Ausl della Romagna, Società Italiana di Psichiatria e Sezione Dipendenze Patologiche della Società Italiana di Psichiatria

Adolescenza e Disturbo Borderline di Personalità. E’ questo il tema al centro della settima edizione del convegno “Il Disturbo Borderline di Personalità e le Comorbilità in asse I: dai tratti ai disturbi di personalità in una prospettiva evolutiva” in programma giovedì e venerdì al Palazzo del Turismo di Cesenatico. Diventato ormai un punto di riferimento per i professionisti della Salute Mentale, quest’anno l’appuntamento si focalizza sugli aspetti psicopatologici che riguardano i tratti e i sintomi psichici disfunzionali, presenti in età adolescenziale, che possono evolvere nel Disturbo Borderline di Personalità.

Insieme alle problematiche cliniche, della diagnosi del trattamento e della prevenzione dei Disturbi di Personalità, verranno presi in considerazione  gli aspetti organizzativi dei servizi di Salute Mentale dell’infanzia dell’adolescenza e dell’età adulta e delle dipendenze patologiche; in particolare saranno affrontate le tematiche dell’accessibilità ai servizi, degli interventi precoci e della continuità assistenziale tra le diverse funzioni specialistiche coinvolte nel trattamento del Disturbo Borderline di Personalità.

“Le origini del Disturbo Borderline di Personalità - spiega il dottor Michele Sanza, direttore del Programma Dipendenze Patologiche di Cesena e coordinatore del progetto della Regione Emilia Romagna Disturbi Gravi di Personalità – si ritrovano spesso in condizioni cliniche che si manifestano nel corso dell’età evolutiva. Tratti di personalità disfunzionali impulsivi, comportamenti autolesionistici e disturbi della sfera emozionale, sono molto frequenti nella storia di pazienti Borderline. Inoltre, alcune diagnosi specifiche, come il Disturbo da Deficit dell’Attenzione e Iperattivita (Adha)  e in generale i disturbi esternalizzanti della condotta ne sono precursori significativi. Da qui nasce la necessità di affrontare le problematiche della diagnosi, degli interventi precoci e del trattamento dei familiari nella prospettiva della sinergia tra Servizi di Neuropsichiatria Infantile e dell’Adolescenza e i Servizi di Salute Mentale e delle Dipendenze per gli adulti”.

Ne discuteranno gli psichiatri e gli altri esperti del settore che offriranno il loro contributo  al convegno aperto dalla lettura magistrale del professor Mario Rossi Monti dell’Università di Urbino “Movimenti Borderline”. Nel corso della prima sessione moderata da Domenico Berardi, ordinario di Psichiatria dell’Università di Bologna saranno trattate le prospettive evolutive del Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattivita. Interverranno Simona Chiodo, professore di neuropsichiatra infantile dell’Università di Bologna e Andreas Conca, professore di psichiatria dell’Università di Bolzano e primario del comprensorio psichiatrico della stessa città. Chiuderà la prima giornata dei lavori la presentazione del libro “Psicopatologia delle emozioni” a cura dell’autore Giovanni De Plato e di Fabrizio Asioli, entrambi docenti universitari di Bologna.

La seconda giornata si aprirà con la prima sessione, moderata da Luigi Ferrannini dell’Agenzia Sanitaria della Regione Liguria e Gloria Samory responsabile dell’Ospedale Privato Accreditato Villa Azzurra di Riolo Terme, e sarà dedicata alla psicopatologia e alla clinica. Interverranno: Stefano Vicari e Marco Armando entrambi dell’Ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma e, a seguire, Giuliano Limonta neuro psichiatra infantile e direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’Ausl di Piacenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella seconda sessione, moderata da Maria Elena Ridolfi, direttore del Centro di Salute Mentale di Fano, verranno presentati gli interventi sulle famiglie. Sono previste le relazioni di: Biancamaria Bortolotti dell’Università di Bologna e di Dario Calderoni del servizio Tutela della Salute Mentale e della Riabilitazione in Età Evolutiva di Roma. La terza ed ultima sessione, moderata d Michele Sanza, e dedicata alle condotte d’abuso e dei disturbi di personalità, vedrà gli interventi di Marusca Stella Psicoterapeuta del SerT di cesena e di Luigi Janiri professore associato di Psichiatria  dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. Il convegno è patrocinato da Regione Emilia Romagna, Comune di Cesenatico, Ausl della Romagna, Società Italiana di Psichiatria e Sezione Dipendenze Patologiche della Società Italiana di Psichiatria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento