Adesso è ufficiale: Cesena Città Europea dello Sport 2014

Adesso è ufficiale: Cesena potrà fregiarsi del titolo di "Città Europea dello Sport 2014", riconoscimento assegnato da Aces Europe, Federation for the Associations of the European Capitals and Cities of Sport

Adesso è ufficiale: Cesena potrà fregiarsi del titolo di “Città Europea dello Sport 2014”, riconoscimento assegnato da Aces Europe, Federation for the Associations of the European Capitals and Cities of Sport, organismo europeo che ogni anno assegna questo premio ogni anno, d’intesa con l’Unione Europea e il Coni.La comunicazione è arrivata dal Presidente di Aces Europe, Gian Francesco Lupattelli, e dal Segretario della Commissione Valutazione Italia, Sergio Allegrini.

Nella motivazione del premio, Cesena viene indicata come un ottimo esempio di sport per tutti inteso come strumento di salute, integrazione, istruzione e rispetto e viene rimarcata la sua capacità di aver saputo sviluppare una politica sportiva esemplare, sostenuta da ottime infrastrutture. La cerimonia di consegna del premio a Cesena e alle altre città europee dichiarate “Città Europea dello Sport 2014” è fissata per  il prossimo 6 novembre presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles. Giunge così al termine, nel modo migliore l’istruttoria avviata nei mesi scorsi, quando Cesena ha avanzato la sua candidatura.

Una delle tappe principali, in questo percorso, si è svolta il 14 e 15 maggio quando una delegazione di Aces Europe ha visitato la città, compiuto sopralluoghi negli impianti sportivi, incontrato le associazioni del settore. L’esame di Aces, infatti, non ha preso in considerazione solo la dotazione impiantistica, ma anche e soprattutto gli aspetti etici, educativi, sociali, di benessere, portati avanti attraverso la pratica atletica. L’obiettivo principale dell’Associazione, infatti, è quello di promuovere i valori Olimpici universali a livello municipale, puntando l’accento, in particolare su cinque aspetti: Esercizio  Fisico  come  Divertimento; Attività  Piacevole; Spirito e Sentimento di Collettività; Correttezza e Rispetto; Miglioramento della salute.

Non appena ricevuta la comunicazione del riconoscimento, il Sindaco Paolo Lucchi ha inviato una lettera ai Presidenti della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Forlì-Cesena, al Presidente del Consiglio Comunale e ai Capigruppo Consiliari, alle Associazioni sportive e agli “Ambasciatori dello Sport” per informarli dell’importante risultato. “La conferma di questo  riconoscimento – scrive il Sindaco - premia non solo l’impegno del Comune, ma dell’intero movimento sportivo cesenate. L’associazionismo sportivo è infatti parte del capitale sociale della nostra città e svolge un ruolo fondamentale di promozione dell’attività sportiva e motoria, di sviluppo di contesti educativi sani e di relazioni per tutte le età”. A supporto di questa affermazione, il Sindaco cita i numeri dello sport cesenate.

Sono 273 le Associazioni Sportive cesenati affiliate al Coni (dati Coni Emilia-Romagna 2013), a cui si aggiungono alcune decine di associazioni affiliate ad enti di promozione sportiva, ma non iscritte al Coni. Questa presenza ampia e vivace fa sì che la pratica sportiva risulti particolarmente diffusa. Sulla base dei dati raccolti dal Servizio Sport del Comune,  risulta che i soli iscritti ai principali enti di promozione sportiva di Cesena superano le 13.000 unità. Ma I numeri della pratica sportiva sono più alti: si stima, infatti, che nella nostra città ci siano almeno 24mila persone – vale a dire  un cesenate su quattro dall’infanzia all’età adulta –, che praticano sport con una certa regolarità.

Un ruolo importante per creare le condizioni adeguate alla diffusione della pratica sportiva è certamente giocato dall’importante patrimonio impiantistico. Gli impianti “specialistici” e monotematici (Carisport, stadio, piscina, palestra di ginnastica artistica, ippodromo e strutture attigue, impianto per l’atletica leggera, tennis, rugby) sono la cornice ideale dei grandi eventi sportivi e consolidano l’immagine di Cesena come città dello sport. Ma sono, in particolare, gli impianti di quartiere (25 presenti in tutte le frazioni), per le loro caratteristiche di polivalenza e lo stretto rapporto con il quartiere, l’ideale terreno di promozione dello sport per tutti, nonché il banco di prova per l’associazionismo sportivo, per le sue capacità organizzative e di creazione di relazioni e forme di collaborazione con altri soggetti del territorio.

Nelle 21 palestre scolastiche (17 comunali e 4 provinciali), utilizzate dalle Associazioni sportive in orario extrascolastico per la promozione delle loro attività., vengono praticate quasi tutte le discipline al coperto dalla pallavolo alla pallacanestro, alla ginnastica, al calcio a 5, alla scherma, agli allenamenti per il baseball, calcio, judo, alla danza impegnando circa 24 Associazioni sportive per una stima di circa 1.500 ragazzi, per circa 10.000 ore annue. Tantissimi, infine, cesenati praticano infine sport nelle palestre private o a livello informale e non organizzato, in bici, correndo o camminando sulle strade cittadine o delle colline circostanti. Iniziative come “Cesena cammina” e “Muoviti che ti fa bene” hanno fatto emergere questa voglia di stare bene e offerto punti di riferimento alle tante persone che praticano attività motoria, apportandovi il valore aggiunto della relazione fra le persone

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il conferimento del titolo di “Città Europea dello Sport” – conclude il Sindaco - è il riconoscimento migliore per la grande attenzione e il seguito che caratterizzano l’attività sportiva a Cesena. E grazie ad esso la nostra città potrà entrare in rete con le città europee più attive su questo versante, e come abbiamo potuto vedere nell’attivazione dei vari progetti europei a cui stiamo partecipando, questa è una condizione determinante per poter ottenere risultati. Insomma, potremo contare su credenziali più solide per meglio concorrere a specifici finanziamenti per progetti sportivi. Non a caso, proprio in occasione della sua visita a Cesena, la stessa delegazione di Aces ha fatto riferimento allo stanziamento di 210 milioni di euro per progetti sportivi, attualmente al vaglio della Unione Europea”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento