rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Addio a Valerio Ceccaroni, iniziò come infermiere. Poi unì lo sport alla ristorazione e arrivò fino a Coverciano

Per anni ha gestito ed è stato colonna portante del centro sportivo Sportilia di Santa Sofia. Fatale a 71 anni un malore nella sua casa di Calisese

Una pagina Facebook piena di foto con i campioni dello sport, in particolare del calcio, dove ora non mancano i messaggi di affetto e di cordoglio. La città è in lutto per la scomparsa a 71 anni di Valerio Ceccaroni. Un volto noto nell'ambito dello sport, della ristorazione e del settore alberghiero. E' stato trovato morto mercoledì mattina nella sua casa di Calisese, fatale un malore che non gli ha lasciato scampo. I soccorritori hanno dovuto sfondare la porta perchè Ceccaroni non rispondeva al telefono, e questo aveva fatto allarmare familiari ed amici.

Personaggio istrionico, un 'gigante buono' lo descrive chi ha avuto il piacere di conoscerlo. Ceccaroni è stato capace di unire in modo efficace il mondo della ristorazione, dell'accoglienza turistica e dello sport. Per anni ha gestito ed è stato colonna portante del centro sportivo Sportilia di Santa Sofia. Ma la sua notorietà si deve anche e soprattutto agli anni in cui è stato il responsabile del ristorante e dell'albergo di Coverciano, il centro tecnico dove si allena la Nazionale italiana, a stretto contatto con i campioni del calcio.

Commosso il ricordo di Luca Santi, che per anni ha lavorato con lui: "Una persona generosa, piena di idee, e sempre solare".  Santi ricorda che Ceccaroni iniziò come infermiere nel reparto di Geriatria dell'ospedale Bufalini. "Poi prese il sopravvento la passione per lo sport e per il settore dell'accoglienza turistica". Ceccaroni gestì due hotel a San Giovanni Rotondo, ma soprattutto fu colonna portante del centro sportivo Sportilia di Santa Sofia, insieme al nipote Alberto, che gestisce la struttura anche adesso.

"Con lui ho girato l'Italia - ricorda Santi - è stato in grado di organizzare tanti eventi sportivi e culturali. A Sportilia sono passati tanti personaggi dello sport, ricordo la preparazione della nazionale cubana di Pallavolo. L'aria buona attirava tante squadre per gli allenamenti". Il centro sportivo fu anche messo a disposizione degli sfollati dopo il terremoto, "era una persona generosa, sempre pronto ad aiutare il prossimo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Valerio Ceccaroni, iniziò come infermiere. Poi unì lo sport alla ristorazione e arrivò fino a Coverciano

CesenaToday è in caricamento