Addio a Tonino Guerra, anche Cesenatico rende omaggio al maestro

Il Sindaco di Cesenatico Roberto Buda si unisce al dolore della moglie Lora e del figlio Andrea per il lutto che ha colpito la cultura italiana e non solo per la morte di Tonino Guerra

Il Sindaco di Cesenatico Roberto Buda si unisce al dolore della moglie Lora e del figlio Andrea per il lutto che ha colpito la cultura italiana e non solo per la morte di Tonino Guerra. “Guerra è stato un vero grande maestro, che ci ha educato a riconoscere e difendere il valore della bellezza e del mistero nella nostra vita e nel lavoro culturale”. Così Roberto Buda, Sindaco di Cesenatico, ha voluto ricordare Tonino Guerra appena appresa la notizia della morte.

“Sono felice di avere avuto il privilegio di poterlo conoscere e fare qualcosa insiemne a lui: penso soprattutto alla “Cattedrale delle foglie”, alla quale lui teneva tanto, che sarà pronta alla fine di giugno nei Giardini al Mare. Guerra è stato un geniale e multiforme artista, e credo vada sottolineata la sua grande generosità nel dare idee e nel collaborare con altri artisti, dai più famosi registi come Fellini, Antonioni, Tarkowskij, sino agli artigiani/artisti di valore ai quali lui teneva tanto: ceramisti, incisori, stampatori. Da Sindaco vorrei anche ricordare quanto sia stato importante il suo continuo richiamo per renderci attenti al valore dell’arte e della bellezza, e capaci di saper cogliere la poesia e il mistero dell’esistenza”.

Il legame di Tonino Guerra con Cesenatico, propiziato da alcuni amici, aveva avuto il suo luogo di elezione nel lavoro di Casa Moretti sulla poesia e sull’arte del Novecento e della Romagna. Guerra aveva avuto un posto di rilievo nella mostra “Caro gergo natio” dedicato nel 1996 alla “letteratura in dialetto di Romagna”, e qualche anno dopo, nel 2002, era stato protagonista della mostra “E giù in fondo il mare”, insieme al pittore Federico Moroni, anch’egli di Santarcangelo; in quella occasione, Tonino Guerra aveva anche interpretato nel Teatro Comunale il suo poema “E’ viaz”. La collaborazione aveva riguardato anche artisti a lui cari, come nella mostra “Dizionario fantastico”, nel 2008, con gli arazzi della costumista armena Marina Azizian. Nel 2010, finalmente Guerra era stato protagonista delle “Tende al mare” con i bozzetti di “Poesie nel sole” realizzati dalla stamperia di Riccardo Pascucci: un successo talmente travolgente che si era deciso di ripetere la mostra anche l’anno seguente con nuove tende ispirate all’Unità d’Italia. Ed è stata quella l’ultima occasione nella quale Tonino, pur se molto affaticato, ha voluto essere presente a Cesenatico sulla riva di quel mare che è stato sempre per lui il simbolo poetico dell’infinito e del mistero.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento