Accordo integrativo Ausl Romagna, il sindacato Fials insoddisfatto

Il sindaco autonomo Fials Romagna contro l'accordo integrativo sottoscritto da tutte le principali sigle sindacali con l'Ausl Romagna

Il sindaco autonomo Fials Romagna contro l'accordo integrativo sottoscritto da tutte le principali sigle sindacali con l'Ausl Romagna. Il segretario Alessandro Lugli, che bolla come  i sindacati firmatari (Cgil, Cisl, Uil, Nursind e Nursing Up) come “sindacati di comodo”, parla di “ennesimo accordo a danno della pluralità dei lavoratori dell’Ausl della Romagna”. In particolare si protesta in quanto le “progressioni economiche hanno interessato solo il 50% del personale destinando 4.300.000 euro per i passaggi di fascia e lasciando ben 1.400.000 euro alle posizioni organizzative delle direzioni con cui si sarebbero potute fare ulteriori 1.500 passaggi. Non contenti hanno diminuito la produttività collettiva di molti operatori per dare la fascia ad altri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento