menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Temperature in picchiata: semaforo verde per l'accensione dei riscaldamenti

Fino al 15 ottobre tutti gli edifici, sia i pubblici sia i privati, potranno tenere acceso il riscaldamento per non più di tre ore al giorno

Cappotti fuori dall'armadio. Pioggia e freddo stanno caratterizzando l'inizio di settimana: la circolazione infatti è decisamente cambiata con la formazione di un vasto anticiclone sul nord Europa, il quale ha favorito una discesa di aria fredda da nord-est. Si tratta di un assetto barico più consono alla stagione invernale. Ovviamente essendo ad inizio ottobre le masse d’aria che provengono da quelle zone non possono essere gelide, ma più semplicemente fresche. A Cesena alle 12 la colonnina di mercurio ha registrato 11,5°C, ben 15°C in meno rispetto ai 26°C misurati il primo ottobre. La fase perturbata proseguirà almeno fino a mercoledì, quando è previsto un temporaneo miglioramento delle condizioni atmosferiche.

Il sindaco Paolo Lucchi ha firmato l’ordinanza che autorizza l’accensione degli impianti di riscaldamento negli edifici pubblici e privati, senza dover attendere il 15 ottobre, cioè la data di avvio fissata dalla legge per la nostra zona. Il provvedimento è stato preso tenendo conto che le temperature registrate negli ultimi giorni e quelle attese per i prossimi risultano al di sotto della media stagionale. Da segnalare, però, che fino al 15 ottobre tutti gli edifici, sia i pubblici sia i privati, potranno tenere acceso il riscaldamento per non più di tre ore al giorno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento