A Cesenatico saranno ricordate le vittime del naufragio della Motonave Consolata

In occasione del sessantasettesimo anniversario del naufragio della motobarca Consolata che causò la morte di diciassette forlivesi, domenica si svolgerà a Cesenatico una cerimonia commemorativa

In occasione del sessantasettesimo anniversario del naufragio della motobarca Consolata che causò la morte di diciassette forlivesi, domenica si svolgerà a Cesenatico una cerimonia commemorativa organizzata dalla Cooperativa Casa del Pescatore. È prevista un'uscita in mare alle ore 10.30 con partenza dal Porto Canale di Cesenatico (area Mercato ittico) sino al luogo della tragedia alla presenza delle autorità locali e di Don Giampiero Casadei.

Per l'occasione verrà gettata in mare una corona di fiori, la quale, come da tradizione sarà successivamente recuperata per essere collocata sulla lapide che in via Cerchia, quartiere Bussecchio, ricorda quanti morirono in quella drammatica giornata del 1946, poche settimane dopo che gli italiani avevamo scelto la Repubblica e il desiderio di lasciare alle spalle le tragedie della guerra era sicuramente negli animi di chi aveva organizzato la gita verso la riviera e in chi aveva deciso di partecipare. Tutti elementi che si colgono nella lapide di Bussecchio dove oltre a riportare i nomi dei morti si può leggere che "l'azzurro ed assolato mare tentò gli ignari che il duro lavoro quotidiano ivi aveva spinto in cerca di refrigerio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Avendo collaborato anche questa volta alla preparazione della cerimonia parteciperò all'iniziativa con la consapevolezza che l'Italia del 1946, anche rappresentata dai cittadini forlivesi che si fecero "tentare" dal desiderio di una giornata di riposo dopo tanto duro lavoro, ci ha insegnato che è possibile riscattarsi anche di fronte alle situazioni più difficili, come quella che stiamo vivendo", afferma il sindaco di Dovadola, Gabriele Zelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento