menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Technogym Village oltre 500 tra medici, fisioterapisti e preparatori per parlare di traumi sportivi

A ospitare i 500 medici, fisioterapisti e rappresentanti delle istituzioni sportive, venerdì e sabato, sono gli spazi del Technogym Village

"Sport traumatology, the battle": questo è il titolo del quarto congresso sulla traumatologia dello sport a livello europeo, presieduto dal professore Giuseppe Porcellini, massimo esperto a livello internazionale sulle patologie della spalla e del gomito e da Fabrizio Borra, fisioterapista di riferimento per numerosi campioni dello sport tra cui Fernando Alonso e Andrea Dovizioso.

A ospitare i 500 medici, fisioterapisti e rappresentanti delle istituzioni sportive, venerdì e sabato, sono gli spazi del Technogym Village. Nerio Alessandri, presidente di Technogym, affiancato dal giornalista sportivo Marino Bartoletti e dal primario Porcellini, hanno presentato l'evento alla stampa. In platea, in attesa dell'inizio dei lavori veri e propri del congresso, l'ex allenatore della Nazionale Arrigo Sacchi, Roberto Fabbricini, segretario generale Coni, Diana Bianchedi, campionessa olimpica di scherma e molte altre autorità. 

Nerio Alessandri è partito subito da una provocazione. "Perché quando una persona normale si fa male a una gamba viene ingessata mentre uno sportivo a livello agonistico il giorno dopo viene fatto camminare? - si chiede e chiede alla comunità medica, scientifica e politica il presidente di Technogymn. "Qual è il motivo di un gap così enorme tra i due metodi di riabilitazione? - continua Alessandri - Io so già qual è il metodo più funzionale e moderno, ma vorrei che si riflettesse su questa differenza proprio per capire se anche le cure affidate al pubblico, agli ospedali, e non ai centri specialistici di fisioterapia per campioni sportivi, possano iniziare a migliorare e adeguarsi ad atteggiamenti medici più innovativi".

"Per arrivare a un miglioramento nel settore della traumatologia e della riabilitazione rivolto a tutte le persone, e non solo agli sportivi - ha spiegato il dottor Porcellini - è importante che tutte le figure coinvolte parlino tra di loro. Solo così faremo dei passi avanti". Nel contesto della riabilitazione Technogym - marchio di riferimento a livello mondiale per la preparazione atletica e fornitore ufficiale delle ultime 6 edizioni dei Giochi Olimpici - dimostra il proprio impegno nel mercato del medicale e della riabilitazione, nell'ambito della quale ha allestito oltre 10 mila centri medici o di riabilitazione nel mondo. L'azienda dispone di una linea di prodotti dedicata al settore medical in grado di effettuare test valutativi e programmi completi di riabilitazione e fisioterapia. 

Technogym-28-aprile-2017-convegno-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento