Ausl, il nuovo quadro tocca anche Cesena: Emanuela Giampalma nuovo primario di Radiologia

Giampalma si è laureata a Bologna con il massimo dei voti e sempre presso questa Universita' ha ottenuto la specializzazione in Radiodiagnostica e Scienze delle Immagini

E' la dottoressa faentina Emanuela Giampalma la nuova direttrice dell'Unità Operativa di Radiologia dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena. La primaria proviene dall'Ospedale Infermi di Rimini dove è stata responsabile della struttura di Radiologia Interventistica e Vascolare. “La dottoressa Giampalma - sottolinea Stefano Busetti direttore dei presidi dell'Ausl Romagna - fa parte dei sei nuovi primari che l'ospedale di Cesena perfezionerà l'assunzione entro i primi mesi del prossimo anno. Stiamo realizzando gli obiettivi che ci eravamo preposti quattro anni fa, quando iniziò l'Unità Sanitaria di  Romagna. In sostanza in tutto il comprensorio degli ospedali romagnoli in un anno e mezzo abbiamo assunto e quindi rinnovato trentasei primari tutti vincitori di concorso".

Giampalma si è laureata a Bologna con il massimo dei voti e sempre presso questa Universita' ha ottenuto la specializzazione in Radiodiagnostica e Scienze delle Immagini. In particolare il suo campo d'azione è la Radiologia Interventistica che, spiega, "è una branca della medicina di studio delle immagini e agisce in maniera multidisciplinare e trasversale. Il suo compito è quello di collaborare con i chirurghi per far si che gli interventi siano i meno invasivi possibili e la stessa degenza ospedaliera venga accorciata”. Nello stesso tempo con la sua venuta  una nuova ulteriore capacità viene portata all'interno del nosocomio cesenate, infatti dal 2004 al 2014 al Policlinico Sant'Orsola Malpighi di Bologna la neo primaria ha ricoperto l'incarico dirigenziale professionale di alta specializzazione denominato “Imaging dei pazienti in lista di attesa per trapianto di fegato e terapia percutanea pre e post Olt”.

“Questo ridurrà sicuramente i tempi di cura del paziente epatiologico - continua Giampalma - in quanto questi potranno essere seguiti direttamente al Bufalini senza dover andare nell'ospedale Bolognese”. L'obiettivo quindi è quello di sviluppare ulteriormente il servizio, dotandolo di tutte le competenze che riguardano anche l'ambito Oncologico e farlo diventare nel prossimo futuro un punto di riferimento nell'ambito della rete delle radiologie interventistiche, per tutta la diagnostica invasiva nonché le terapie interventistiche legate all'oncologia. Inoltre la nuova primaria è membro della sezione di Radiologia Vascolare e Interventistica della Società Vascolare e interventistica della Società Italiana di Radiologia Medica e della Società Europea di Radiologia Cardiovascolare e Interventistica.

Nel suo vasto curriculum vanta la partecipazione come relatrice a numerosi congressi e corsi di aggiornamento, al momento è autrice di quasi duecento pubblicazioni stampa. L'Unità Operativa dell'ospedale Bufalini di Cesena eroga prestazioni di diagnostica radiologica anche a Savignano sul Rubicone, Cesenatico, Mercato Saraceno, Bagno di Romagna. Dal primo gennaio di quest'anno al trenta settembre sono state effettuate nel nosocomio di Cesena oltre 110mila prestazioni: 3.958 tac, 3.924 risonanze magnetiche, 432 esami di angio diagnostica, 372 esami di angio interventistica, 17.475 ecografie, 56.611 radiografie di cui 23.573 di pronto soccorso, 33.038 radiografie di secondo piano, 10.463 ecografie senologiche, 4.141 radiografie di senologia clinica, 13.504 radiografie per lo screening senologico. In particolare il reparto collabora quotidianamente con la Neurologia, con cui condivide in parte gli spazi, le apparecchiature e il personale.

“Con questa nomina e le altre che si faranno prossimamente - conclude il direttore generale dell'Ausl Romagna Marcello Tonini – si va delineando in maniera compatta il nuovo quadro dell'Ausl di Romagna. A chi ci chiedeva di fare in fretta, noi abbiamo sempre risposto che prima di tutto veniva la qualità del servizio e i dirigenti preposti ad esso. Al momento con questo grande rinnovo di primari, siamo in una fase di consolidamento che, come in passato, sta dando tanto in qualità di erogazione del servizio che ormai la sanità romagnola può essere considerata d'eccellenza nel quadro nazionale. Lo sarà ancora di più grazie alla convenzione stipulata dalla sanità regionale con l'Università di Bologna per rendere operative anche nei nostri ospedali romagnoli corsi universitari di specializzazione sanitaria che non farà altro che arricchire di più le nostre capacità e il valore del personale che opera”.

A dott Emanuela Giampalma Uo Radiologia Cesena-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento