rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Gatteo

5 Comuni a caccia del risparmio in bolletta firmano l'accordo, ecco il nuovo gestore dell'illuminazione pubblica

La firma rappresenta l’atto conclusivo dell’innovativo progetto pilota attuato da Unica Reti, società patrimoniale dei 30 Comuni di Forlì-Cesena

Una giornata molto importante quella di ieri, martedì 26 aprile. È stato, infatti, firmato a Cesena l’accordo definitivo fra i 5 Comuni di Gatteo, Bagno di Romagna, Civitella, Mercato Saraceno, Modigliana e Unica Reti, per l’affidamento a Citelum del servizio di gestione dell'Illuminazione Pubblica dei Comuni per i prossimi 15 anni. Per tre di questi Comuni si tratta del primo affidamento esterno del servizio, mentre per Gatteo e Mercato Saraceno il nuovo gestore subentra a Hera Luce.

La firma rappresenta l’atto conclusivo dell’innovativo progetto pilota attuato da Unica Reti società patrimoniale dei 30 Comuni di Forlì-Cesena, con la procedura di partenariato pubblico privato svolta fra luglio e dicembre 2021. Oggi anche la pubblica illuminazione, analogamente a gas e idrico, riveste una funzione fondamentale per il territorio, tale da potere essere programmata congiuntamente e non solo per singolo Comune, trattandosi di un servizio ad alta standardizzazione tecnica, in continuità di collegamento territoriale.

La programmazione dei beni pubblici a rete, strategici per le politiche di efficientamento energetico, ravvisano oggi più che mai la necessità di una rinnovata regia territoriale di profilo pubblico, esercitata in maniera continuativa e puntuale, nell’interesse dei Comuni, per potere attuare azioni di economia di scala e il controllo sul contratto di servizio. Lo sviluppo integrato di questo servizio consentirà, come dimostrato dai risultati della gara, un decisivo incremento di efficientamento dell’illuminazione pubblica con conseguente risparmio della bolletta energetica comunale. La preoccupante situazione economica determinata dagli enormi aumenti dei costi energetici si sta riflettendo anche sui bilanci dei Comuni.

Occorre dunque programmare con maggiore decisione in termini di “investimenti territoriali integrati” nei servizi pubblici, al fine di produrre azioni di scala sovracomunale per l’efficientamento energetico degli impianti pubblici, l’innovazione tecnologica, una puntuale conoscenza e consapevolezza dei dati e dei costi dell’oggetto dell’affidamento, per un reale interesse pubblico collettivo. Il progetto prenderà il via da oggi, mercoledì 27 aprile 2022.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5 Comuni a caccia del risparmio in bolletta firmano l'accordo, ecco il nuovo gestore dell'illuminazione pubblica

CesenaToday è in caricamento