Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Lucchi chiede 100mila euro, Giangrandi e Faggiotto: "Diffamato? Era meglio un processo penale"

L'ex sindaco ha chiesto un risarcimento in sede civile per le critiche sull'ampliamento del centro commerciale Montefiore

"Un atto che si commenta da solo, ci siamo visti recapitare questa citazione a distanza di molto tempo. Noi avevamo presentato l'esposto in procura per chiedere chiarezza. Sono comunque sereno e andremo avanti nelle nostre battaglie con Fabrizio". Marco Giangrandi commenta così la causa civile intentata dall'ex sindaco Paolo Lucchi, che chiede a lui e a Fabrizio Faggiotto 100mila euro di risarcimento.

La vicenda riguarda le critiche che i due mossero verso Lucchi riguardo all'ampliamento del centro commerciale Montefiore. Giangrandi e Faggiotto presentarono un esposto in Procura paventando che la nuova caserma dei carabinieri fosse in realtà pretesto da parte di Cia Conad per ottenere l'autorizzazione ad ingrandire il centro commericiale.

"Quando un cittadino chiede chiarezza fa un esposto in Procura, mi preoccupa questo irrigidimento quando qualcuno non si allinea al pensiero comune. E' qualcosa che allontana i cittadini dalla partecipazione. Ci tengo a sottolineare che io e Fabrizio rappesentavamo il comitato 'Centro anch'io', cioè tanti cittadini ed esercenti". I due, candidati alle ultime comunali con Cesena Siamo Noi, avevavo a cuore in particolare gli interessi dei commercianti del centro storico, penalizzati dall'ampliamento del Montefiore. "Avrei preferito - incalza Giangrandi - che Lucchi avesse attivato un processo penale se si è sentito diffamato, probabilmente temeva un'archiviazione. Anche i tempi fanno pensare ad un atto che ha natura politica".

marco giangrandi fabrizio faggiotto-2-2-2

"Il 6 febbraio ci sarà la prima udienza e spero si possa trovare una mediazione - il commento di Fabrizio Faggiotto - prendiamo atto con dispiacere che non si riesce a tenere distinto il piano politico da quello personale. I miei video su Facebook? Erano critiche nel merito supportate da documenti, non attacchi personali, ho sempre avuto stima di Lucchi. L'esposto era espressione di un comitato che rappresenta tanti cittadini, chiedere risposte con atti alla mano significa diffamare? I tempi sono sospetti, si tratta di fatti risalenti al 2017 e la causa è stata avviata subito dopo il ballottaggio delle ultime elezioni comunali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucchi chiede 100mila euro, Giangrandi e Faggiotto: "Diffamato? Era meglio un processo penale"

CesenaToday è in caricamento