Col lockdown cresce la violenza domestica: "Allarme sociale per la disuguaglianza di genere"

I Giovani Democratici organizzano un incontro con gli esperti: "Il tema non può più essere tralasciato, riguarda tutti"

"Il fenomeno della disuguaglianza di genere è da molti anni sempre più attuale, durante questo periodo di emergenza sanitaria globale, però, è divenuto un vero e proprio allarme sociale". Lo affermano i Giovani Democratici di Cesena.

"Infatti, l'aumento degli episodi di violenza domestica durante il periodo di lockdown, l'emergenza economica che rende molto complesso il rientro al lavoro di moltissime donne, le difficoltà nel dover gestire contemporaneamente il lavoro e i figli a casa da scuola, la scarsa rappresentanza delle donne nelle task force create dal Governo sono solo alcune delle tematiche emerse negli ultimi mesi. Ecco perchè noi Giovani Democratici hanno organizzato "l’iniziativa "Pareggiando! Le disuguaglianze di genere ai tempi del coronavirus", che si terrà venerdì 15 maggio alle ore 20:45 tramite una diretta sulla nostra pagina Facebook.

"A discutere con noi ci saranno Lucia Bongarzoni, Portavoce regionale delle Donne PD dell'Emilia Romagna, e Lorenzo Gasparrini, autore e filosofo femminista. Insieme a loro cercheremo di approfondire la questione della parità di genere e di contestualizzarla all’interno della situazione di crisi in cui ci troviamo. Riteniamo che il tema delle disuguaglianze di genere non possa più essere tralasciato, poiché ci riguarda tutti, nessuno escluso".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati a livello nazionale dicono che durante il periodo di lockdown sono sensibilmente aumentate le telefonate al numero 1522 per segnalare casi di violenza domestica. È quanto riportato dalle ultime rilevazioni dell’Istat che prendono in considerazione l’arco di tempo dal 1° marzo al 16 aprile, durante il quale sono state effettuate 5.031 chiamate al numero di emergenza 1522. Un aumento del 73% circa rispetto allo stesso periodo dello scorso anno ma che secondo gli esperti non sarebbe necessariamente da imputare all’isolamento forzato nelle proprie abitazioni dovuto alla quarantena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Coronavirus, due nuovi positivi sul territorio cesenate. Un decesso in Romagna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento