menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

25 aprile, premiati i ragazzi vincitori del concorso 'La memoria non è solo un ricordo'

"Il concorso – spiegano il Sindaco Marco Baccini e l’assessore alla Cultura Enrica Lazzari – aveva l’obiettivo di stimolare i ragazzi a una riflessione sui valori della Resistenza, quali la libertà e la giustizia sociale"

Mercoledì mattina in Piazza Martiri si è svolta la celebrazione della Festa della Liberazione tenuta dall’Amministrazione di Bagno di Romagna, introdotta dalle note della Banda musicale “Santa Cecilia”. Il Sindaco Marco Baccini ha tenuto il discorso di celebrazione del 73esimo anniversario della Liberazione d’Italia, davanti alla presenza di tutti i cittadini e i giovani studenti protagonisti di questa giornata.

Nel corso della cerimonia sono stati consegnati i premi del concorso“La memoria non è solo ricordo”, alla sua terza edizione, che nasce dalla proficua collaborazione tra l’Amministrazione comunale, Anpi “Alto Savio” e gli insegnanti della scuola secondaria di I grado M.Valgimigli e il Liceo A.Righi di Bagno di Romagna. Il concorso è rivolto ai giovani studenti dei due istituti e, anche quest’anno, prevede per i primi quattro classificati premi in denaro di 100 euro ciascuno messi a disposizione in parte da tutti i Consiglieri comunali, in parte da Anpi Alto Savio. La scelta dei vincitori e stata valutata dalla commissione giudicatrice composta dal Vice Presidente di Anpi Alto Savio Claudio Locatelli, la Professoressa Tatiana Locatelli, l’Assessore Enrica Lazzari, la consigliera di minoranza Greta Valbonesi, Alessandro Casetti pittore e Massimo Schiumarini, fotografo professionista. 58 i ragazzi partecipanti che si sono impegnati negli elaborati grafici richiesti, 40 i ragazzi che hanno svolto gli elaborato descrittivi e che hanno visto rispettivamente come vincitori della scuola secondaria di I grado Emma Remelli, della classe 1A Ester Bravaccini, della classe 3B e del liceo Anna Batani 2B e Alessandra Giampreti e Giada Stoppa, della classe 3B e 4B. Tutti gli elaborati sono stati poi esposti nell’atrio del Municipio e con i migliori elaborati grafici è stato realizzato il manifesto della festa di Liberazione di quest’anno.

“Il concorso – spiegano il Sindaco Marco Baccini e l’assessore alla Cultura Enrica Lazzari – aveva l’obiettivo di stimolare i ragazzi a una riflessione sui valori della Resistenza, quali la libertà e la giustizia sociale, e sul contestuale contributo che i Partigiani e le Partigiane hanno dato alla nascita dell’Assemblea Costituente, cercando di promuovere la creatività dei giovani studenti attraverso una pluralità di linguaggi, da quello narrativo a quello artistico”. Quest’anno in particolare, ricorrendo il 70esimo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione Italiana si poneva l’attenzione sui valori e sui principi che i padri e le madri costituenti elaborarono nel documento della nostra Costituzione che ancora oggi è alla base del nostro vivere civile. “L’auspicio è quello – questo è l’intento dei due amministratori – che attraverso questo concorso si possa avvicinare i ragazzi ai valori che sono espressi e sanciti nella nostra Carta Costituzionale, così da stimolare a una maggior sensibilizzazione verso il rispetto della legalità nelle sue diverse espressioni del vivere civile. Aspetto, questo, di cui si avverte sempre più il bisogno a livello nazionale e locale, per creare una società matura e consapevole, partendo da chi questa società deve costruirla, ovvero le giovani generazioni”. Il Sindaco ha infine proceduto alla deposizione delle corone in onore e memoria ai cittadini caduti nella lotta per la resistenza. Le commemorazioni si sono concluse con il corteo e con la deposizione delle corone presso il Cimitero Comunale e successivamente al cippo del Carnaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento