Trasporto pubblico, abbonamenti senza estensione estiva. Valletta: "Si dia un segnale ai ragazzi"

Solitamente, infatti, i Comuni romagnoli (Forlì e Rimini l'hanno fatto anche quest'anno) danno un contributo per permettere agli studenti di muoversi anche d'estate con l'abbonamento

Start Romagna e Comune di Cesena nel mirino dei genitori di quegli adolescenti che, durante l'anno per andare a scuola a Cesena, hanno utilizzato l'abbonamento per l'autobus. Quest'anno per la prima volta, non è stato rinnovato l'abbonamento scolastico non ha l'estensione estiva per andare al mare o nelle altre località di collina cesenati.

Solitamente, infatti, i Comuni romagnoli (Forlì e Rimini l'hanno fatto anche quest'anno) danno un contributo per permettere agli studenti di muoversi anche d'estate con l'abbonamento. Oppure i ragazzi, a fronte di un costo minimo (15 euro al mese) si vedevano estendere la validità dell'abbonamento anche durante i mesi non scolastici per raggiungere le località balneari (Cesenatico, Cervia, Pinarella..) oppure quelle collinari. Ma quest'anno non è andata così e a farne le spese sono stati moltissimi studenti che, non avendo controllato bene sul sito perché abituati agli altri anni, sono stati inesorabilmente multati (65 euro più il costo del biglietto).

La furia dei genitori: "Ragazzi in buona fede multati"

"E' successo a mio figlio e a un suo amico - spiega Marco Mazzotti che ha fatto un post sulla pagina Fb "Sei di Cesena se..." - il 7 giugno. Il giorno dopo la fine della scuola. Loro, come tutti gli anni, pensavano fosse valido e invece i controllori senza nemmeno spiegare la modifica in corso hanno multato e basta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consigliere comunale Vittorio Valletta di Cesena Siamo Noi, essendo padre di due adolescenti, ha raccolto subito la segnalazione lanciando un appello sia al Comune che a Start Romagna. "Dopo il mancato utilizzo nei mesi in cui la scuola è stata chiusa le nostre ragazzi e i nostri ragazzi ora si vedono negata anche la possibilità di muoversi verso il mare senza spendere cifre esorbitanti - spiega Valletta - Tra l'altro va ricordato che questa stagione estiva è fondamentale per recuperare la socialità e le amicizie messe a dura prova durante il lockdown, quindi andrebbe ancor di più garantita l'estensione di un servizio pubblico che permette ai giovani di stare insieme senza utilizzare mezzi inquinanti. Chiedo quindi che l'amministrazione comunale avvii immediatamente un'estensione dell'abbonamento al servizio estivo e, in alternativa, se non volesse accogliere questa proposta Start Romagna si attivi almeno con il mini-abbonamento di 15 euro al mese. Diamo qualche risposta positiva a questi giovani che chiedono solo di riprendersi una parte dell'anno sottratto dall'emergenza sanitaria". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Cesena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paura in A14, un camion si ribalta sul fianco della carreggiata: perde la vita un cavallo

  • Il 15enne positivo al virus, Spiaggia 23: "I dipendenti tutti negativi, trattati come appestati"

  • Paura in autostrada, il camion Hera prende fuoco: l'autista si rifugia nella corsia d'emergenza

  • Grandine come piccole pesche, l'azienda agricola conta i danni: "Dopo 3 mesi chiusi non ci voleva"

  • Scongiurato il 'focolaio' a Cesena, il nuovo caso non collegato al 15enne: è uno straniero del Cas

  • Grandine devastante nell'entroterra cesenate. Colpita la zona di Sarsina, crollata una quercia secolare

Torna su
CesenaToday è in caricamento