Cronaca

Scuola, Bonaccini: "A distanza o spalmare gli orari. Più mezzi pubblici? I bus turistici un'ipotesi"

Il presidente della Regione ospite di Mattino 5. "Se il contagio dovesse ulteriormente aumentare, per non far perdere l'anno scolastico ai ragazzi, le soluzioni sono due

Tornare alla didattica a distanza o spalmare di piu' gli orari di scuola, al mattino e al pomeriggio. Sono le uniche due strade che il governatore dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, vede percorribili se i contagi dovessero continuare a crescere cosi' rapidamente. 

Anche perche' "non abbiamo mezzi pubblici". Il presidente lo dice questa mattina, ospite di Mattino 5. "Se il contagio dovesse ulteriormente aumentare- sostiene Bonaccini- per non far perdere l'anno scolastico ai ragazzi, le soluzioni sono due: o si introduce la didattica a distanza, parziale o totale, per coloro che ne hanno necessita'; oppure si differenziano gli orari della scuola, piu' spalmati sull'arco della mattina e del pomeriggio, cosi' diminuisce la pressione". Il governatore dell'Emilia-Romagna ribadisce di essere "tra quelli che difende la scuola in presenza: anch'io credo che sia anche socialita'. Poi pero' se c'e' il virus, hai anche i genitori che sono preoccupati del possibile contagio. Si dice che servono piu' trasporti pubblici: e' vero, ma noi non abbiamo piu' mezzi pubblici. Coi Comuni e coi sindaci abbiamo messo molte piu' risorse, abbiamo reperito tutti i possibili bus e non ne abbiamo piu' a disposizione. O qualcuno ce li manda e ce li da', con anche risorse aggiuntive, oppure diventa davvero impossibile".

In trasmissione si avanza l'idea di utilizzare i bus turistici. "Non sono uguali ai mezzi pubblici delle citta'- premette Bonaccini- pero' anche quella e' una possibile soluzione. Ma servono risorse, altrimenti come si fa ad avere la possibilita' di portare gli studenti a scuola?", insiste il governatore. (Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, Bonaccini: "A distanza o spalmare gli orari. Più mezzi pubblici? I bus turistici un'ipotesi"

CesenaToday è in caricamento