rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Primo Levi per i licei, il teatro incontra l'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età contemporanea

L’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea di Forlì-Cesena incontra il Teatro con il primo appuntamento pubblico rivolto agli studenti

L’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea di Forlì-Cesena incontra il Teatro con il primo appuntamento pubblico rivolto agli studenti che frequentano i licei Classico, Scientifico e Linguistico di Cesena. Nello specifico, la programmazione 2021-2022 di ERT / Teatro Nazionale, in scena al teatro cittadino “A. Bonci”, sarà impreziosita da un’occasione di studio, analisi storica e approfondimento a cura dell’Istituto intorno allo spettacolo “Se questo è un uomo” di e con Valter Malosti, dal libro di Primo Levi. 
 
Chi è Primo Levi e in che modo la sua vicenda personale ha condizionato l’evolversi della storia del nostro Paese, e non solo?

Venerdì 19 novembre alle 18,30 nel foyer del teatro si terrà un incontro pubblico con Valter Malosti (regista e attore dello spettacolo e Direttore ERT / Teatro Nazionale), Fausto Ciuffi (Direttore Fondazione Villa Emma – Ragazzi Ebrei Salvati) e Alberto Gagliardo (Istituto Storico di Forlì-Cesena), in occasione dello spettacolo Se questo è un uomo, in scena da giovedì 18 a domenica 21 novembre. L’evento, organizzato in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena, Centro Internazionale di Studi Primo Levi, Comitato Nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Primo Levi, è parte del ciclo di incontri realizzato da ERT/ Teatro Nazionale con il Centro Internazionale di Studio Primo Levi, che accompagna la tournée dello spettacolo. Se questo è un uomo è un libro entrato di diritto nei classici della letteratura e allo stesso tempo una importante testimonianza di un passaggio cruciale della storia del ‘900.

Dalla volontà di ERT / Teatro Nazionale e del Centro Internazionale di Studi Primo Levi di tenere vivo il dialogo su questa opera, nasce un ciclo di incontri in collaborazione anche con le istituzioni del territorio, pensati non solo per il pubblico adulto ma anche per gli studenti. Un’occasione per conoscere, ricordare, richiamare un passato che riguarda tutti e per mettere alla prova le nostre interpretazioni del presente.

Il Teatro “A. Bonci” di Cesena accoglie questa conversazione: una riflessione sulle vicende raccontate nel romanzo e il percorso che dalle sue pagine ha portato allo spettacolo si affiancheranno al racconto dell’esperienza di Corrado Saralvo, sopravvissuto alla shoah nato a Cesena, autore di Più morti più spazio (ristampato da Ponte Vecchio nel 2009). Nella mattinata di sabato 20 novembre, dalle 11 alle 13, nell'Aula Magna del Liceo Scientifico “Righi” Valter Malosti e il professore Alberto Gagliardo dell’Istituto storico incontreranno 4 classi del biennio, che saranno in presenza, e altre 9 classi del triennio che parteciperanno alla lezione collegandosi tramite apposita piattaforma. 
 
Gli studenti dei licei cittadini inoltre torneranno a parlare di storia e memoria, tra letteratura e teatro, in altre occasioni, a partire dal prossimo anno. Questa lezione aperta incentrata sull’opera di Levi infatti rappresenta la prima tappa di un sodalizio, quello stretto tra l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età contemporanea di Forlì-Cesena ed ERT, pensato proprio per permettere agli studenti di conoscere la storia di relazionarsi ad essa tramite il teatro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Levi per i licei, il teatro incontra l'Istituto Storico della Resistenza e dell'Età contemporanea

CesenaToday è in caricamento