Cronaca

Morta subito dopo la scomparsa, due ipotesi dietro la tragica vicenda della 68enne

Il medico legale ha fatto risalire la morte a tre-quattro giorni prima del rinvenimento del cadavere, in pratica la donna è deceduta subito dopo la scomparsa

Si è conclusa domenica pomeriggio con un triste epilogo la vicenda di Tiziana Tartarotti, la 68enne scomparsa lo scorso martedì dalla sua abitazione di San Carlo di Cesena. Il cadavere è stato trovato sul greto del fiume Savio, all'altezza del Ponte di via Roversano, non lontano da dove era stata vista per l'ultima volta da una vicina di casa.

Il corpo senza vita della donna è stato trovato con la testa rivolta verso il fiume. Le modalità del ritrovamento del cadavere sono compatibili con un incidente, una tragica fatalità, ma non si può escludere il suicidio della signora. Il medico legale ha fatto risalire la morte a tre-quattro giorni prima del rinvenimento del cadavere, in pratica la donna è deceduta subito dopo la scomparsa. Ciò che la Polizia di Stato esclude è che ci possa essere la mano di terzi dietro a questa tragica vicenda.

La scomparsa martedì, poi le ricerche capillari di Polizia, Carabinieri e Vigili del fuoco. Con il passare delle ore si temeva un tragico epilogo, che è arrivato purtroppo nel tardo pomeriggio di domenica. 

Tiziana Tartarotti si era allontanata dalla propria abitazione in zona San Carlo lo scorso martedì. La 68enne era solita fare lunghe passeggiate, l'ultimo avvistamento era stato in via Roversano da parte di una vicina. A dare l'allarme martedì sera era stato il figlio, che tornato a casa dal lavoro, non aveva trovato la madre nell'abitazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morta subito dopo la scomparsa, due ipotesi dietro la tragica vicenda della 68enne

CesenaToday è in caricamento