Cronaca

Lattuca: "Coprifuoco dei sindaci? Norma infelice. Senza rigore ci aspetta una nuova stretta"

Sul nuovo dpcm in generale: "C'è un passaggio di fasi, mi auguro che queste misure siano utili e che i comportamenti delle persone tornino ad essere solidi nel rispetto delle regole"

Il testo del Dpcm 18 ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale regala una sorpresa rispetto alla bozza circolata nelle ore precedenti e alla stessa conferenza stampa di Giuseppe Conte. Nella bozza su cui lavorava Palazzo Chigi c'era un esplicito riferimento alla facoltà dei sindaci di chiudere vie e piazze dopo le 21 in presenza di assembramenti. Nel testo definitivo è invece scomparso il riferimento ai primi cittadini
La misura ha evidentemente fatto andare su tutte le furie i primi cittadini, tra i quali il sindaco di Ravenna Michele de Pascale che, subito dopo la conferenza stampa del premier, domenica sera si era sfogato.

Sulla norma interviene anche il sindaco di Cesena Enzo Lattuca: "Non c'è stato alcun confronto per una norma arrivata a sorpresa. Tra l'altro ritengo che per la conformazione del centro storico di Cesena sia una disposizione inattuabile da noi, in ogni caso una norma infelice, e scartiamo l'idea di impegnarci per attuarla".

Sul nuovo dpcm in generale: "C'è un passaggio di fasi, mi auguro che queste misure siano utili e che i comportamenti delle persone tornino ad essere solidi nel rispetto delle regole. Se ciò non avverrà ci aspetta una ulteriore stretta. Nel Cesenate viaggiamo nell'ordine di 20-30 casi giornalieri ma i ricoveri sono al momento ridotti. I contagi vengono diagnosticati con grande rapidità".

Sulla scuola: "Per le scuole superiori di secondo grado c'è l'articolo che tratta il tema degli orari, ci incontreremo con i dirigenti scolastici e con la Regione per studiare soluzioni rapide. Non so quanto sia opportuna l'entrata alle 9 in una città come Cesena, forse è un problema che riguarda più le grandi città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lattuca: "Coprifuoco dei sindaci? Norma infelice. Senza rigore ci aspetta una nuova stretta"

CesenaToday è in caricamento