Il Covid continua a fare vittime, 3 tra Cesena e Mercato Saraceno. 281 sono i guariti

Nel bollettino della Prefettura si aggiorna purtroppo il numero dei decessi che diventano 62 nel cesenate

Sono 693 i casi positivi nel territorio cesenate, 8 in più rispetto all'aggiornamento di mercoledì. Nello specifico sette nuovi contagi si registrano a Cesena e uno a Gatteo. Il dato tiene conto anche di defunti e ufficialmente guariti.

Si aggiorna purtroppo il numero dei decessi che diventano 62 nel cesenate, in data odierna se ne registrano due a Cesena e uno a Mercato Saraceno.  Ancora buone notizie sul fronte degli ufficialmente guariti che diventano 281, cioè 11 in più rispetto a mercoledì. L'aggiornamento della Prefettura evidenzia che tra i positivi 296 si trovano in isolamento domiciliare, 50 pazienti sono ricoverati con sintomi e 4 si trovano nel reparto di Terapia intensiva. Nel cesenate i decessi diventano 52 a Cesena, 3 a Gambettola, 2 a Mercato Saraceno, 2 a Gatteo, 2 a San Mauro e 1 a Savignano.

In città ora osservata speciale è la casa di riposo "Roverella" dove martedì è emerso il primocaso di positività, un operatore della struttura. Mercoledì sono stati sottoposti a tampone i 102 ospiti presenti in struttura, uno dei quali in data odierna è risultato positivo, nonché 114 operatori, dei quali nessuno è risultato positivo. Per l’unico ospite positivo è stato immediatamente disposto il ricovero in ospedale.

Per quanto riguarda la mappa del contagio sul territorio cesenate che comprende anche le persone guarite decedute, 443 positivi a Cesena, 15 a Bagno di Romagna, 1 a Borghi, 64 a Cesenatico,  21 a Gambettola, 33 a Gatteo, 13 a Longiano, 24 a Mercato Saraceno, 4 a Montiano, 3 a Roncofreddo, 19 a San Mauro, 6 a Sarsina, 35 a Savignano, 3 a Sogliano,9 a Verghereto.

La situazione in Emilia Romagna

In Emilia-Romagna, dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus si sono registrati 25.436 casi di positività, 259 in più rispetto a mercoledì. I test effettuati hanno raggiunto quota 182.857 (+5.992). Importante il dato sulle nuove guarigioni, che sono 2.519 (12.322 in totale) e quello sul forte calo dei casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi a mercoledì: -2.299, passando dagli 11.862 registrati mercoledì ai 9.563 di giovedì. Il forte aumento dei casi di guariti è dovuto in particolare al riallineamento dei flussi informatici all’Ausl di Reggio Emilia, con il caricamento di dati relativi all’ultima settimana, con 801 pazienti senza sintomi e 1.355 con doppio tampone negativo.

Dati recepiti mercoledì dal sistema regionale. Va anche considerata l’esecuzione di un numero rilevante di tamponi di controllo a una popolazione numerosa, sempre in provincia di Reggio Emilia, che coincideva temporalmente con il picco di fine marzo con un elevato indice di negativizzazione; infine, sempre nel reggiano, la sistematizzazione dei contatti telefonici e informatici continui con i pazienti positivi, organizzata in squadre di varie decine di persone, che ha consentito di rilevare in modo sistematico la fine dei sintomi e quantificare il numero dei pazienti che, pur in attesa di tampone, sono già clinicamente guariti perché stabilmente asintomatici. Pertanto, il numero complessivo inviato dall’Ausl di Reggio Emilia va considerato come cumulativo dell’ultima settimana di rilevazione.

Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, arrivano complessivamente a 6.402, -1.886 rispetto a mercoledì. I pazienti in terapia intensiva sono 206 (-20). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid (-381). Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.062 a Piacenza (69 in più rispetto a mercoledì), 3.157 a Parma (13 in più), 4.660 a Reggio Emilia (47 in più), 3.657 a Modena (27 in più), 4.040 a Bologna (63  in più), 376 le positività registrate a Imola (1 in più), 921 a Ferrara (3 in più). In Romagna sono complessivamente 4.563 (36 in più), di cui 982 a Ravenna e 2.005 a Rimini (15 in più).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 12.322 (+2.515): 3.453 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 8.869 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Purtroppo, si registrano 39 nuovi decessi: 21 uomini e 18 donne, arrivati a 3.551. I nuovi decessi riguardano 5 residenti nella provincia di Piacenza, 6 in quella di Parma, 11 in quella di Reggio Emilia, 4 in quella di Modena, 4 in quella di Bologna (nessuno nell’imolese), 3 in quella di Ferrara, 1 in quella di Ravenna e uno nel riminese. Nessun nuovo decesso da fuori regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di scavi per far emergere un pezzo di storia, anche il campo militare che ospitò Cesare

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

  • Lavori completati, riapre il supermercato: 700 metri quadrati, darà lavoro a 19 persone

  • Positiva una bambina di prima elementare, in quarantena 19 alunni

  • Scontro frontale all'uscita dal parcheggio, il centauro trasportato d'urgenza in ospedale

  • Coronavirus, i nuovi casi a Cesena: un malato è in Terapia intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento