Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Dopo il matrimonio combinato la richiesta di aiuto, la Polizia la libera dal marito aguzzino

Gli agenti hanno soccorso una ventiseienne magrebina, residente a San Mauro Pascoli, vittima da circa quattro anni delle vessazioni del marito

Una richiesta di aiuto giunta dal Marocco, una situazione di violenza e maltrattamenti in ambito familiare, questo è lo scenario segnalato nei giorni scorsi agli investigatori della Squadra Polizia Giudiziaria del Commissariato di Cesena. Gli agenti hanno soccorso una ventiseienne magrebina, residente a San Mauro Pascoli, vittima da circa quattro anni delle vessazioni del marito, un trentaquattrenne suo connazionale.

La giovane vittima è una madre di due bambini in tenera età, a quanto pare frutto di un matrimonio combinato dalle famiglie. Gli investigatori hanno acclarato un contesto in cui l'uomo la segregava in casa durante la sua assenza e la rendeva cosi incapace di interagire con il mondo esterno, fino a quando la donna ha finalmente deciso di ribellarsi. La 26enne ha lanciato un disperato grido di allarme ai suoi parenti che vivono in Marocco, inviando loro brevi messaggi vocali e foto raffiguranti tumefazioni sul suo corpo.

Richiesta di aiuto recepita da alcuni congiunti che hanno allertato un loro connazionale, residente in Italia, al fine di un intervento della Polizia. Gli investigatori del Commissariato di Cesena, arrivati nella residenza della coppia, hanno riscontrato una situazione familiare critica per le condizioni di degrado igienico-sanitarie in cui il nucleo familiare viveva. 

Alla presenza dei poliziotti la donna, lontana dalla vista del marito e con l’ausilio di un interprete di lingua araba, ha confermato il suo stato di sopraffazione ed è stata accompagnata, insieme ai figli, in Commissariato. Qui, dopo aver sporto denuncia, la 26enne è stata collocata insieme ai figli in una casa protetta in attuazione del protocollo di protezione per le vittime delle violenze di genere (codice rosso).
L’uomo è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Forlì, per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il matrimonio combinato la richiesta di aiuto, la Polizia la libera dal marito aguzzino

CesenaToday è in caricamento