menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, grazie alla cesenate Silvia Muccioli e alla raccolta fondi donati 60mila euro al Bufalini

Tra le prime ad attivarsi per avviare una raccolta fondi sulla piattaforma on line “go fund me” a favore dell’ospedale di Cesena

Appena scoppiata l’emergenza sanitaria covid-19, la cesenate Silvia Muccioli è stata una delle prime concittadine ad attivarsi per avviare una raccolta fondi sulla piattaforma on line “go fund me” a favore dell’ospedale di Cesena. E in poco tempo è arrivata a raccogliere oltre 60 mila euro che sono stati subito devoluti al Bufalini per l’acquisto di apparecchiature da dedicare alla cura e all’assistenza i dei pazienti affetti da coronavirus.

Grazie a lei e alla generosità di tantissimi cittadini e aziende del territorio che hanno aderito all’iniziativa solidale, nel periodo più critico e drammatico dell’emergenza, la Terapia Intensiva dell’ospedale Bufalini di Cesena  ha acquistato un ventilatore polmonare, la Gastroenterologia ha potuto contare su un prezioso contributo per l’acquisto di un sistema tecnologico multimediale per la gestione multidisciplinare dei casi clinici, mentre il Servizio Dipendenze Patologiche si è dotato di videocamere per l’attività di supporto psicologico a distanza dei pazienti.

In attesa della cerimonia ufficiale di consegna delle donazioni, il dottor Vanni Agnoletti, direttore dell’Unità Operativa Anestesia e Terapia Intensiva, il dottor Carlo Fabbri, direttore dell’Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Cesena e Forlì e il dottor Michele Sanza direttore del Servizio Dipendenze Patologiche e la dottoressa Elisabetta Montesi responsabile del fundraising aziendale, rivolgono il loro personale ringraziamento e quello dell’Azienda  USL a Silvia Muccioli e a tutti coloro che aderendo alla raccolta fondi hanno contributo a fornire questo supporto concreto durante l’emergenza covid 19.

“Con immenso piacere – afferma Silvia Muccioli - ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alla donazione e i medici che hanno acquistato le apparecchiature, ringrazio anche la dottoressa Montesi per il sostegno datomi sin dall’inizio della raccolta fondi. Sono molto contente di aver potuto dare il mio contributo in un periodo così difficile”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento