Cronaca

Cesenatico , Gozzoli 'reclama' il Posto estivo di Polizia. Lo chiedono anche Lia Montalti e i sindacati

Come ogni estate si ripresenta a Cesenatico il problema di attivare il Posto estivo di Polizia, per fare fronte al prevedibile e notevole afflusso di turisti

Come ogni estate si ripresenta a Cesenatico il problema di attivare il Posto estivo di Polizia, per fare fronte al prevedibile e notevole afflusso di turisti. "Oggi ho scritto una lettera ai Parlamentari del nostro territorio, al Presidente Bonaccini e ai Consiglieri Regionali della nostra provincia per sollevare il tema del Posto Estivo di Polizia. Siamo al 10 maggio, le riaperture ci porteranno, fortunatamente, un grande afflusso di turisti e ancora non ci sono notizie riguardo ai rinforzi necessari per affrontare al meglio il periodo estivo. Già durante il mese di marzo mi ero rivolto al Prefetto e al Questore e le notizie non erano state delle migliori con l’intenzione da parte del Ministero dell’Interno che pare quella di aprire i posti estivi solo nei comuni capoluogo e organizzare poi dei servizi ad hoc nei momenti più delicati". Lo scrive su Facebook il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli.

"Nei prossimi giorni chiederò un nuovo incontro al Prefetto insieme alle Associazioni di Categoria per affrontare il tema in maniera decisa e portare avanti un’azione comune indirizzata al Ministro dell’Interno Lamorgese e al Capo della Polizia Giannini. Nei mesi estivi accogliamo circa 3,5 milioni di presenze turistiche. Inoltre se si sommano le presenze degli altri Comuni costieri provinciali, - Gatteo, San Mauro Pascoli e Savignano sul Rubicone -, la cifra si attesta su circa 5 milioni di presenze. C’è bisogno che sul tema venga posta attenzione e dobbiamo farlo tutti insieme. Questa scelta di non aprire il Posto di Polizia Estivo deve essere rivalutata e cambiata perché l’estate del 2021 sarà fondamentale per la ripartenza di tutto il territorio".

Lia Montanti: "Si garantisca il Posto estivo di Polizia"

La Regione intervenga, a livello nazionale, per rivedere “la decisione di chiudere il presidio estivo di Polizia di Cesenatico, anche alla luce del fatto che le riaperture e il miglioramento della situazione pandemica porteranno a un auspicabile incremento delle presenze turistiche e, quindi, ad un maggior bisogno di presidio del territorio”.

La richiesta è della consigliera Lia Montalti (Partito Democratico) che, in un’interrogazione alla Giunta, ha sottolineato l’appello del sindaco di Cesenatico, Matteo Gozzoli, per garantire l’apertura del presidio di polizia, almeno a luglio e agosto, “per far fronte all’aumento di presenze che si registrano in quel periodo, e quindi al bisogno crescente in termini di presidio e sicurezza del territorio”.

La consigliera dem ricorda che Cesenatico è il terzo comune per popolazione della provincia che, in estate, raccoglieva 3,5 milioni di presenze “e il numero sale a 5 milioni se si considerano anche le localita? vicine di Gatteo, San Mauro e Savignano sul Rubicone”. La possibile mancanza del posto di polizia a Cesenatico, scrive Montalti, si ricava da una circolare del 23 febbraio 2021, dove il capo della polizia, Franco Gabrielli, ha annunciato che per la stagione “saranno aperti solo ed esclusivamente nei Comuni capoluogo. Riconfermando di fatto la chiusura del presidio di via Leonardo da Vinci anche per l’estate 2021”.

Lo chiedono anche Uil e Usip

"La stagione turistica è alle porte e i posti di Polizia, che hanno sempre aperto a Cesenatico, Cervia e Bellaria per il periodo estivo, rimarranno chiusi". Questa la decisione assunta dal Ministero dell’Interno cui la Uil Emilia Romagna e l’Usip si oppongono, chiedendone l’apertura.

"La stagione turistica 2021 si preannuncia complessa in virtù delle norme anti Covid e la mancata presenza di un potenziamento della polizia al servizio dei cittadini per questo periodo, si preannuncia come una scelta quanto meno improvvida. Tenuto conto che, oltre ad essere Cesenatico il terzo comune per popolazione residente nella provincia di Forlì Cesena (già questo giustificherebbe l’esistenza di un posto di polizia), in estate le presenze salgono a meno di 4 milioni, includendo Gatteo, San Mauro e Savignano sul Rubicone. L’anno scorso, a causa della pandemia, a Cesenatico il presidio non venne aperto, ma ad agosto l’afflusso di turisti fu importante. Al contrario Cervia e Bellaria furono operative per alcune settimane. Una situazione a macchia di leopardo che ha mostrato criticità. Per questo chiediamo alle Prefetture e alle Questure di Forlì Cesena, Ravenna e Rimini cui fanno capo rispettivamente Cesenatico, Cervia e Bellaria e anche alla Regione Emilia Romagna di farsi portavoce, al Ministero dell’Interno, della nostra richiesta ovvero della presenza di maggiori forze dell’ordine, per tutto il periodo estivo, nelle tre città turistiche".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesenatico , Gozzoli 'reclama' il Posto estivo di Polizia. Lo chiedono anche Lia Montalti e i sindacati

CesenaToday è in caricamento