rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Mercato Saraceno

"Bocciato in consiglio comunale il cartello 'Benvenuti in Romagna' in A14". La replica: "Non tracciare confini"

La capogruppo di Cambia Mercato Ombretta Farneti commenta così la bocciatura da parte della maggioranza in Consiglio comunale di un ordine del giorno presentato dalla minoranza

“Benvenuti in Romagna? Assolutamente no. Guai a citare la Romagna in cartelli turistici lungo l’autostrada. Un peccato capitale per la maggioranza di sinistra di Mercato Saraceno, che rifiuta di riconoscere le straordinarie peculiarità della Romagna. Semmai - affermano – si scriva ‘Benvenuti in Emilia-Romagna’, come se il marketing territoriale in chiave turistica non avesse già identificato con la dicitura ‘Romagna’ l’immagine di un territorio ben definito, con caratteristiche specifiche e la fama di buona accoglienza che, comunque, deve essere continuamente alimentata per potersi confrontare con i competitor internazionali”.

La capogruppo di Cambia Mercato Ombretta Farneti commenta così la bocciatura da parte della maggioranza in Consiglio comunale di un ordine del giorno presentato dalla minoranza finalizzato all’installazione di cartelloni stradali con la scritta ‘Benvenuti in Romagna’.

“Già c’è ‘Visit Romagna’, l’ente di destinazione turistica della Romagna, la ‘costa romagnola’ è famosa nel mondo in quanto tale, sono celebri la ‘piadina romagnola’, lo ‘squacquerone di Romagna Dop’ e la ‘pesca nettarina di Romagna Igp’, ben identificate come specialità del nostro territorio e non di un altro. Se si dovesse dare retta al sindaco Monica Rossi tutto questo non dovrebbe esistere, ma rientrare sotto l’ombrello dell’Emilia-Romagna senza alcuna differenziazione locale. Guai a segnare una diversità anche sul piano culturale e turistico. Noi siamo invece convinti che sarebbe strategico da ogni punto di vista far sapere a chi viaggia in autostrada che sta attraversando il territorio romagnolo con la sua storia, le sue tradizioni e le sue bellezze immortalate in cartelloni stradali. Esattamente come fanno l’Emilia, altre regioni e località. Anche su questo fronte è stato clamoroso lo scivolone dell’assessore Ignazio Palazzi che, pur di denigrare l’ordine del giorno, ha negato l’esistenza di cartelloni con la scritta Benvenuti in Emilia. Caro Palazzi, l’immagine allegata smentisce ogni sua parola”.

La replica

L’Assessore Ignazio Palazzi del Comune di Mercato Saraceno replica: ”Dispiace leggere il comunicato della Consigliera Farneti poiché non è rappresentativo del reale e rende manifesta la propaganda elettorale.  Qualunque persona può verificare direttamente guardando la parte terminale del consiglio comunale disponibile sul canale youtube Comune Mercato Saraceno al minuto 33. Le mie parole hanno sottolineato come il gruppo di maggioranza è completamente d'accordo a promuovere la Romagna con cartellonistica apposita, già autostrade per l'Italia ne ha posizionate numerose, tuttavia è contraria ad apporre un cartello che tracci un confine, anche solo in linea di pensiero, ricordando che la comunità Emiliano Romagnola è unica, come lo è la comunità italiana ed europea. Stimolare nel nostro tempo a livello culturale e di pensiero confini, anche se immaginari, è sbagliato, in primo luogo per non prestare il fianco ai movimenti autonomisti, in secondo luogo, ancora più importante, perché il momento che stiamo vivendo dimostra che è molto più facile abbattere i muri materiali che i muri di pensiero e culturali, la caduta del muro di Berlino e la guerra attuale ne sono una dimostrazione. Quanto allo scivolone, non ho mai negato la presenza di un cartello "benvenuti in Emilia", semplicemente ho chiesto dove si trovasse e affermato di non averlo mai visto. Il nostro tempo ha bisogno di ponti, non di confini e muri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Bocciato in consiglio comunale il cartello 'Benvenuti in Romagna' in A14". La replica: "Non tracciare confini"

CesenaToday è in caricamento