Aperitivo con assembramenti, bagno a rischio chiusura? La palla al prefetto: "Difficile che non accada"

Il sindaco di Cesenatico: "La decisione spetta alla Prefettura, ma appare difficile ipotizzare che non ci siano almeno due tre giorni di sospensione. C'è stato un abnorme non rispetto delle regole"

Una festa in spiaggia (foto archivio)

Da ormai qualche giorno la movida "fuori controllo" a Cesenatico ha messo nel mirino il bagno Cala Romeo, inaugurato proprio quest'anno con una nuova gestione. Lo stabilimento si è fatto 'notare' per un aperitivo domenicale in spiaggia, di quelli che vanno molto in voga in particolare tra i giovani, un po' troppo movimentato, considerando che siamo in tempi di Covid. Forse neanche chi ha organizzato l'iniziativa si aspettava un afflusso tale di persone animate dalla voglia di divertirsi.

Le segnalazioni e i video degli assembramenti erano arrivati anche sul tavolo del sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli, piuttosto indispettito, visto l'impegno profuso per far rispettare le regole in questa estate particolare. C'era stato anche un "ammonimento" da parte del sindaco al titolare dell'attività, ma evidentemente non è servito. La scorsa domenica l'intervento in spiaggia di Carabinieri, Polizia e Polizia locale, sul luogo degli assembramenti. Nella giornata di lunedì per il Cala Romeo è arrivata la sanzione da parte della Polizia, che ha staccato una multa per non aver fatto rispettare il distanziamento sociale. Ma ora la palla passa al prefetto che dovrà decidere se chiudere o no l'attività (da 5 a 30 giorni).

La decisione spetterà quindi alla Prefettura, che in questa fattispecie esclude una eventuale competenza sulla chiusura del sindaco Gozzoli. Ma il primo cittadino di Cesenatico è molto chiaro: "Avevo già convocato i titolari e li avevo avvertiti che senza un cambio di rotta ci sarebbero state misure drastiche. La decisione spetta alla Prefettura, ma appare difficile ipotizzare che non ci siano almeno due tre giorni di sospensione. C'è un stato un abnorme non rispetto delle regole, la legge non esiste se non c'è anche la possibilità di sanzionare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento